Arch. Daniela Fracassetti – Da garage ad abitazione

1
3862
 

Un fabbricato utilizzato come box auto situato in una corte condominiale viene trasformato in un monolocale su due livelli di 30+21 mq con un intervento effettuato in due passaggi

La competenza tecnica del progettista (Arch. Daniela Fracassetti) e la creatività del committente sono alla base di questo intervento, inizialmente bizzarro, ma che ha portato a un duplice successo: ottenere un’abitazione vivibile per un single con un’integrazione compositiva che riqualifica il cortile condominiale e l’intero complesso edilizio circostante, situato in una zona milanese molto ambita.
Nella prima fase costruttiva è stato realizzato un vespaio a terra e sono stati sostituiti i portoni con finestre e portoncino, quindi sono stati predisposti i tavolati interni, gli impianti e i servizi. In una fase successiva, la necessità di migliorare isolamento e impermeabilizzazione, lo spazio insufficiente per una vivibilità accettabile e, non ultimo, il bisogno di uniformare la nuova abitazione al contesto circostante, hanno costituito la base per avviare un ampliamento, con demolizione di una parte della vecchia soletta di copertura per attuare l’ampliamento, portando la superficie fruibile a 51 mq rispetto ai 30 originali. Gli interventi per passare da garage ad abitazione, sono avvenuti nel rispetto della normativa riguardante i contenimenti energetici e a rendere fattibile il progetto è stato l’esito sorprendente di un’indagine effettuata presso gli uffici catastali.

da garage ad abitazione con soppalco

Da garage ad abitazione si può fare?

Pur essendo utilizzata come garage, con tanto di porte basculanti, la costruzione era accatastata come laboratorio: questa fortunata circostanza, insieme ai requisiti necessari per la trasformazione in abitazione (superficie di 30 mq, minimo indispensabile richiesto dalla normativa locale, e altezza interna di 270 cm) hanno consentito il cambio di destinazione d’uso.
Per i due step costruttivi sono stati necessari due differenti iter burocratici, in base al regolamento edilizio locale.

Soggiorno, cucina e servizi nello spazio di… due auto

soggiorno living

La zona giorno è uno spazio aperto a pianta quadrata suddiviso a zone: accanto all’ingresso, l’angolo musica con il pianoforte affiancato alla scala autoportante di ferro, che inizia con pedate di diversa forma saldate al piantone centrale e prosegue sospesa al soppalco tramite elementi metallici; sull’altro lato la zona relax con divano e, di fronte, il mobile tv-guardaroba realizzato su misura in altezza, per inserirsi sotto il soppalco. Dietro il mobile, l’antibagno con lavabo e il bagno con doccia e sanitari. Oltre il pianoforte, un tavolo-scrivania traccia la linea di confine tra il living e la zona cottura. Il soppalco è stato progettato per avere sia nella parte inferiore sia nella zona di passaggio in quella superiore un’altezza utile di 210 cm, con un soffitto che arriva alla falda del tetto nella zona relax.   

soggiorno-fai-da-te

Angolo cucina lineare

angolo-cucina

Lineare e con soli 3 metri di larghezza, racchiude tutto il necessario, perfino una lavastoviglie in formato ridotto rispetto agli standard. Gran parte dei complementi d’arredo sono stati realizzati dal proprietario, l’attore Emanuele Fortunati, utilizzando materiali semplici e inconsueti da cui ottenere contenitori e piani d’appoggio, come le cassette di legno e cartone, normalmente utilizzate per la frutta,
o vecchi spartiti e libri per quadri e applique. 

La sopraelevazione

Sopraelevazione garage

La copertura è stata realizzata con struttura portante di legno, colmo in lamellare e sottostruttura di travetti ancorati da un cordolo di calcestruzzo armato e assito di perline d’abete. L’isolamento è composto da uno strato di tessuto non tessuto traspirante, da una pannellatura isolante spessa 10 cm e da una guaina impermeabilizzante; converse e scossaline sono di lamiera preverniciata color testa di moro. L’installazione di un lucernario ha migliorato l’illuminazione naturale e il riciclo dell’aria, altrimenti reso problematico dalle finestre aperte su un’unico affaccio. 

sopraelevazione-camera

Camera da letto box auto

La zona notte

Il soppalco ha una forma a L, con affaccio sul soggiorno: la struttura è composta da travi portanti incassate nella muratura e tubolari di ferro imbullonati e saldati.
Il calpestio è di pannelli di MDF, tinteggiati di bianco sotto e rivestiti con parquet prefinito iroko opaco. Di fronte al letto, rialzato rispetto al calpestio, la parte bassa della falda è stata chiusa per realizzare una cabina armadio di legno e ferro che misura in pianta 160×310 cm.

piantina-appartamento

Architetto Daniela Fracassetti
Consegue l’abilitazione professionale nel 2006 presso il politecnico di milano; nel 2007 fonda il proprio studio di progettazione con sede a curno (bg), specializzato nelle ristrutturazioni edilizie. si avvale delle più moderne tecnologie e opera prevalentemente nel milanese.

Foto: Cristina Fiorentini

1 commento

  1. Buongiorno,
    desidererei essere messo in contatto con l’Arh. Fracassetti per un lavoro analogo ma non trovo alcun numero di telefono, sito web o indirizzo e-mail valido.
    Potreste cortesemente aiutarmi?
    Grazie anticipatamente

     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here