Guida alla scelta di un soppalco

0
5337
 

Guida pratica per orientarsi nella scelta di un soppalco per l’installazione domestica

Sfruttare lo spazio in altezza, quando possibile: questo è il concetto di base che ci può far valutare l’opportunità di costruire un soppalco, una vera e propria stanza aggiuntiva che permette di utilizzare volumi altrimenti inutilizzati: lo si può sfruttare come zona notte, palestra, angolo relax o hobby, stanza per gli ospiti, studio, lasciando al di sotto la zona giorno e i servizi. Comunque venga realizzato (soppalco in muratura, soppalco in legno, soppalchi in ferro), necessita di una scala d’accesso e di una ringhiera di protezione anticaduta; inoltre, l’ambiente deve possedere determinate caratteristiche, in assenza delle quali la legge non ne permette la costruzione.

Cosa è fondamentale sapere

  • Un soppalco abitabile rappresenta un aumento della superficie lorda di pavimento: il Regolamento Edilizio varia da un Comune all’altro e non sempre ne è consentita la realizzazione.
  • In generale bisogna richiedere un permesso, con un progetto redatto da un professionista. Tra i parametri da rispettare c’è l’altezza minima del locale che, mediamente, dev’essere 430-440 cm; tenuto conto dello spessore della soletta (circa 10 cm), sopra e sotto il soppalco non si possono avere altezze inferiori a 210 cm.
  • La superficie finestrata non dev’essere inferiore ad 1/8 della superficie del locale soppalcato e può rivelarsi necessario aprire una nuova finestra o ampliare quelle esistenti. La realizzazione di bagni e cucine nella parte sottostante è consentita soltanto se l’altezza è di almeno 240 cm. Può servireil certificato di collaudo statico finale.
  • L’aumento della superficie abitabile comporta anche la variazione della classe catastale dell’immobile e l’incremento dei millesimi nei condomini.

Soppalco in muratura

Un soppalco in muratura è senza dubbio compatto ed esente da scricchiolii; si ha inoltre il vantaggio che nello spessore della soletta si possono far correre gli impianti. È importante tenere presente che un soppalco in muratura ha un peso notevole che si ripercuote sull’intera costruzione e può necessitare di interventi e verifiche preliminari, nonché essere soggetto a vincoli in zone a rischio sismico.

Soppalco in legno

soppalco, soppalco in legno, soppalco in muratura, soppalchi, soppalchi in ferro, soppalco legno

Nel caso in cui il soppalco di muratura risulti essere troppo pesante, si può realizzare il soppalco in legno. La struttura in questo caso è composta da una piattaforma a doppia orditura di travi, che possono essere di legno massiccio o di lamellare (robusto, ma meno costoso); l’ancoraggio alle pareti portanti si ottiene con squadre o staffe metalliche, oppure si può sostenere la piattaforma con montanti verticali addossati al muro e fissati al pavimento su piastre che permettano una corretta ripartizione dei pesi. Per il rivestimento della piattaforma è bene evitare materiali come marmo o ceramica, notoriamente rigidi e pesanti; meglio posare un parquet oppure orientarsi su una moquette.

Soppalco in ferro

soppalco, soppalco in legno, soppalco in muratura, soppalchi, soppalchi in ferro, soppalco legno

Il soppalco di ferro è quello che più si addice allo stile moderno: lineare ed essenziale, caratterizzata dall’aspetto freddo dei profilati, è anche la soluzione più “leggera”: il peso complessivo si riduce infatti ad 1/5 rispetto a un’analoga opera in muratura. Si realizza con orditura doppia, utilizzando elementi portanti in profilati d’acciaio o, in alternativa, elementi scatolati quadrati o rettangolari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here