Massetto a secco per locali umidi | Come si posa

0
1043
massetto a secco
 

L’isolamento del pavimento con un massetto a secco rappresenta una validissima soluzione, soprattutto nei locali umidi

Per isolare il sottofondo di locali umidi, predisporre un massetto a secco rappresenta una delle soluzioni migliori.

Ad esempio, con il sistema massetto a secco Aquapanel Floor si può predisporre un sottofondo perfetto nei locali umidi, subito pavimentabile dopo la posa, senza tempi di essiccazione.

Le lastre di cemento Portland misurano 900×600 mm e sono spesse 22 mm, con bordi scanalati.

Come si realizza un massetto a secco

Per il taglio delle lastre con elettroutensili è bene utilizzare una lama diamantata e un dispositivo di aspirazione per evitare di inalare polveri non certo salutari.
Cunei di plastica inseriti lungo i bordi permettono di mantenere una fessura tra lastre e pareti che va colmata a fine lavoro con una striscia isolante, il cui compito è impedire la trasmissione del rumore da calpestio alle pareti.
Per legare le lastre si usano le piastrine Aquapanel Biscuit di plastica infrangibile, con superficie zigrinata: tre nel lato lungo, due su quello corto.
Le scanalature d’unione vanno preventivamente pulite con un pennello bagnato.
L’adesivo poliuretanico si stende sui bordi prima di inserire le piastrine, senza farlo penetrare nella scanalatura grazie al beccuccio piatto.
Essendo la posa sfalsata, la piastrina che si trova al centro del lato lungo deve corrispondere agli spigoli dei due pannelli della fila successiva.
Trascorse almeno 12 ore dalla posa si può rimuovere l’eccesso di adesivo e rifilare la superficie.
La stesura di un primer specifico (Knauf Tiefengrund) favorisce l’adesione del successivo rivestimento. La prima mano viene completamente assorbita, la seconda protegge dall’umidità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here