Un loft sui tetti di Parigi

 

La vista mozzafiato su Parigi ha un fascino indefinibile. A pochi passi da Montmartre e dalla Basilica del Sacro Cuore, nel quartiere Abbesses, è comparso un loft costruito sul tetto di un edificio esistente. Una nuova abitazione combina il verde urbano e l’abitare in città. ECLISSE, produttore di controtelai per porte scorrevoli e filomuro, ha arredato questo appartamento parigino con soluzioni della linea Syntesis® Collection

Nell’ambito di un progetto di riqualificazione, lo studio di architettura ACG insieme agli interior designer di Mariebey hanno realizzato un loft sopraelevato con terrazza, dove comfort interno ed esterno coesistono in armonia. Il tutto seguendo una logica che punta a rivitalizzare la città attraverso la creazione di nuovi spazi abitativi collegati all’esistente. Il progetto porta la firma di Oh Perché! Rooftop, marchio che prova a rispondere al problema dell’alta densità urbana, progettando e costruendo grandi aperture e spazi abitativi sui tetti che includano sempre uno spazio verde esterno. Da giugno a dicembre 2020, quando anche la capitale francese era chiamata a fronteggiare l’emergenza sanitaria, lo studio ACG e l’agenzia Mariebey hanno creato da zero questo appartamento di 113 mq circondato da terrazze verdi. 

Il loft è composto da due camere da letto, ognuna con bagno annesso, un soggiorno aperto sulla cucina e un terrazzo. I committenti hanno apprezzato il supporto fornito dagli architetti nella personalizzazione e nell’arredamento della loro futura residenza principale. Benessere e qualità di vita sono state le priorità del progetto. Il desiderio dei proprietari era quello di vivere in un appartamento moderno e connesso con uno spazio esterno. Il ritmo di vita frenetico e stressante, e la gestione del quotidiano a metà tra lavoro e famiglia, hanno reso indispensabile per la coppia la necessità di sentirsi appagati al ritorno a casa. Da qui nasce il desiderio di poter disporre di uno spazio aperto, arioso e luminoso, che unisca spazi verdi all’eccezionale panorama della città urbana.

“QUESTO APPARTAMENTO È UNA VERA BOLLA DI OSSIGENO! E L’ABBIAMO PARTICOLARMENTE APPREZZATO DURANTE QUESTO PERIODO DI CONFINAMENTO”, CONFIDANO I PROPRIETARI.

Design, tecnologia e vegetazione

Le terrazze in legno, la vista sgombra sui tetti di Parigi, le piante verdi insieme ad un mobilio sobrio e minimalista definiscono l’esterno. L’ampio bovindo, il lucernario, i mobili di Philippe Hurel, dallo stile rappresentativo e senza tempo, insieme a materiali nobili quali legno, parquet, e gres porcellanato con finitura in marmo costituiscono invece i tratti distintivi degli interni. I colori pastello delle sedute ammorbidiscono il marmo ambrato del piano e l’ottone delle gambe del tavolino. Per un tocco insolito, si è optato per un pouf a forma di nodo, creazione dall’artista Marine Peyre. In questo appartamento l’apertura del soggiorno si apre sul disimpegno dove si trovano gli spazi privati ​​dei proprietari. 

“La tecnologia connessa è al centro di questo progetto. Un sistema domotico centralizza la gestione energetica e l’automazione delle apparecchiature (controllo di tapparelle, luce e temperatura)” spiega Coralie Palaise, interior designer responsabile del progetto.

ECLISSE, soluzione per l’architettura d’interni

“Eravamo alla ricerca di porte capaci di diventare quasi invisibili, filo muro e moderne. L’obiettivo era quello di mantenere il più possibile il design e lo stile sobrio del luogo, anche in una stanza persa quale è il corridoio. Volevamo creare una sorta di atmosfera infinita. Le soluzioni ECLISSE sono state in grado di soddisfare questa necessità”, ha commentato Coralie Palaise. Nel complesso sono stati posati 6 modelli ECLISSE Syntesis Line Battente, i telai necessari all’installazione di porte filo muro. Questa tipologia di porte completa con discrezione il corridoio che conduce alle stanze personali, quali camere da letto, bagni e lavanderia, mantenendo la promessa di creare l’illusione di un muro privo di interruzioni.

Scheda progetto

• Luogo: Abbesses, Parigi 18° arrondissement
• Durata dei lavori: 7 mesi – 2020
• Promotore immobiliare: François Gaucher
• Interior Design: MarieBey
• Studio di architettura: Agence AGC
• Fotografo: Alexandre Tabaste

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here