Station Racour, da treno a casa

Station Racour
Station Racour

Indice dei contenuti

 

Due vecchie carrozze ferroviarie della Station Racour, in Belgio, sono state restaurate e trasformate in case vacanza con tutti i comfort, dando vita ad ambientazioni suggestive e originali

treno-internoLa Station Racour si trova a Landen, in Belgio, a meno di 45 minuti di macchina da Bruxelles e a mezz’ora da Liegi. Si tratta di una vecchia stazione ferroviaria ristrutturata e in parte trasformata in un loft che può ospitare 5 persone in ambienti lussosi; da qualche tempo, grazie a un insolito ampliamento, si può trascorrere il soggiorno, anziché tra le mura dell’ex stazione, su due carrozze ferroviarie rivisitate allo scopo. Si tratta di due vagoni passeggeri del treno M2 che fino al 1990 potevano trasportare 90 persone lungo la rete ferroviaria belga e oggi si presentano come unità fruibili da due a sei persone con a disposizione più di 60 mq di ambienti moderni e inimitabili, nei quali rimangono inclusi evidenti richiami alla loro passata identità: in particolare, la collocazione sui binari davanti alla stazione, le numerose finestrature, adeguate dal punto di vista dell’isolamento con l’adozione di serramenti più idonei, e le sedute nella zona giorno; inoltre, dai tre vetri affiancati nella zona di testa, ovvero dalle camere da letto, si può godere la vista dei binari che si protendono verso l’orizzonte. Quanto costa regalarsi questa singolare esperienza? Tutto sommato, neanche tanto: la singola notte costa 180 euro per 1-2 persone, 290 da 3 a 6 persone, ma l’incidenza giornaliera si abbassa per più notti; per 7 pernottamenti si scende a 565 euro nel primo caso e 655 nel secondo, forse ci si può fare un pensierino…
Visita il sito 

Station-Racour-treno

Esterno conforme all’originale

Le carrozze della Station Racour, risalenti al 1958, sono state sabbiate e riverniciate nei colori originali giallo e verde. Delle due nuove unità si può usufruire in qualsiasi stagione, il compito di raffreddare e raffrescare l’interno è affidato a un sistema a pompa di calore.

Station Racour: spazi aperti, moderni e luminosi

treno-internoPorta e ingresso sono stati rinnovati, per il resto, l’ambiente interno della Station Racour, è stato completamente smantellato, poi si è provveduto all’isolamento e alla rifinitura con nuovi rivestimenti di cartongesso. Lo spazio è stato mantenuto aperto e continuo: dall’ingresso, che come nei convogli tradizionali è affiancato dai servizi igienici, si raggiunge la zona giorno passando attraverso una zona attrezzata ad arte con piano cottura a induzione, forno combinato e lavastoviglie, oltre a tutti gli elementi fondamentali di una cucina. Di particolare rilievo sono alcuni elementi situati al centro di questo ambiente: si tratta di due panche originali sovrastate da un portabagagli restaurato, la prima che affianca il lato lungo del tavolo e funge da seduta mentre l’altra, di schiena, fa parte della zona salotto con televisore e lettore DVD. Proprio per garantire la continuità degli ambienti ha avuto un ruolo di rilievo l’azienda italiana NovaBell con i pavimenti della collezione EcoDream in grès porcellanato realizzati con tecnologia digitale HD, grazie alla quale la ceramica assume l’aspetto del legno e associa la praticità del materiale alla naturalità dell’impatto visivo. Le lastre, nei formati 15×90 e 22,5×90 cm, declinate nella tonalità castagno, si sono rivelate perfette per ricreare la tipica disposizione delle doghe in legno.

Novabell

pavimento-treno

Zona riposo e servizi

Procedendo nella lunghezza del vagone verso la testa della carrozza si trova una prima zona notte composta da una camera da letto per quattro persone con due letti singoli, un letto a castello, un piccolo bagno con lavandino e una cabina doccia che si sviluppa verso il centro della camera. Sul retro della carrozza c’è un’altra camera, questa volta arredata con letto matrimoniale, sempre affiancata da un ambiente bagno con lavandino e cabina doccia.

doccia-treno

station-racour-interno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here