Climatizzazione canalizzata

1
9102
climatizzazione canalizzata
 

Quando esistono le condizioni per realizzarlo, l’impianto di climatizzazione canalizzata è la soluzione ideale per installare un sistema di climatizzazione in tutta la casa, senza avere in ogni stanza l’ingombro di un’unità interna a parete o a soffitto

Un sistema di climatizzazione canalizzata utilizza una macchina installata all’esterno e una sola unità interna (split) che, tramite tubazioni termoisolate, manda l’aria calda o fredda in tutti gli ambienti della casa. Un impianto di climatizzazione canalizzata è realizzabile soltanto in caso di ristrutturazioni importanti, in quanto lo split e le tubazioni devono essere inserite in una controsoffittatura e raggiungere tutte le stanze. Si ha però il vantaggio che non ci sono apparecchi a terra o a parete a interferire con gli arredi; inoltre, anche se occorre una macchina potente per soddisfare le esigenze di un intero appartamento, il costo e il consumo sono nettamente inferiori rispetto all’installazione di un apparecchio in ogni stanza.

Al momento dell’installazione di un impianto di climatizzazione canalizzata bisogna fare in modo che i flussi d’aria si distribuiscano in modo uniforme, senza creare correnti o essere diretti sulle persone; vanno evitate escursioni termiche brusche tra locali comunicanti. Essendo l’unità interna nascosta all’interno di una struttura, anche il funzionamento dell’impianto è molto più silenzioso.

I canali sono provvisti di filtri antipolline e in grado di trattenere le sostanze inquinanti; l’impianto di climatizzazione canalizzata può provvedere anche alla regolazione dell’umidità dell’aria e alla sua purificazione. Per contro, la manutenzione è un po’ più onerosa, anche se tutto sommato semplice: all’unità interna si accede tramite una botola che, in base all’installazione, può essere accessibile da una stanza non destinata alla convivialità per non disturbare l’estetica. La pulizia periodica dei canali può essere effettuata semplicemente rimuovendo le griglie delle bocchette di erogazione.

PanasonicAirConditioning_unita-interna-zona-giorno-2

Alcuni consigli per una climatizzazione canalizzata

Sotto il profilo estetico la climatizzazione centralizzata è la più valida, dato che sono visibili solo le griglie da cui passa l’aria. Il disegno a inizio pagina mostra come il controsoffitto possa interessare solo la parte centrale dell’appartamento, contenendo ingombri e spesa; molto dipende comunque da come sono disposti gli ambienti. Se si installa un unico termostato, l’unità che deve climatizzare i vari locali non tiene conto della loro diversa esposizione, della destinazione d’uso, del carico termico dato dalle persone presenti o da fonti di calore. Ne consegue una dissipazione che può arrivare ad 1 kW per ogni ora di funzionamento in un appartamento di 130 mq. Si può ovviare con la climatizzazione a zone, installando bocchette motorizzate e provviste di sensore di temperatura: non è indispensabile gestire singolarmente ogni stanza, può essere sufficiente differenziare tra zona giorno e zona notte. Il tutto fa capo a una centralina che adegua la portata d’aria del ventilatore al numero di bocchette aperte. Il costo iniziale lievita ulteriormente, ma dal punto di vista energetico si ha un notevole vantaggio nel tempo, oltre a beneficiare di un maggior comfort. Nella foto sotto l’unità esterna di un impianto di climatizzazione canalizzato.

PanasonicAirConditioning_unita-mini-ECOi-esterna PanasonicAirConditioning_unita-mini-ECOi-esterna-2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here