Un impianto radiante in solo 1,5 cm

impianto radiante uponor
 

L’impianto radiante è la soluzione ideale per le ristrutturazioni, specialmente quelle legate al Superbonus 110%: lo spessore ridotto limita al minimo le opere e la bassa inerzia permette di raggiungere rapidamente la temperatura di regime

Rinnovare l’abitazione con l’installazione di un impianto di riscaldamento/raffrescamento radiante è un investimento a lunga durata e una soluzione sostenibile che migliora in modo significativo l’efficienza energetica e aumenta il valore dell’immobile. Il riscaldamento radiante non è solo ecologico, ma è anche un beneficio diretto per la salute e il fisico: non c’è presenza di aria secca, l’umidità e le muffe sono scongiurate; solleva pochissima polvere, perciò è perfetto per creare un ambiente salubre per le persone che soffrono di allergie.

I sistemi radianti rientrano nel Superbonus quando associati a uno degli interventi trainanti di riqualificazione energetica, come l’installazione di una caldaia a condensazione, di una pompa di calore, di caldaie a biomassa oppure attraverso l’allaccio al teleriscaldamento, sia per abitazioni singole sia per unità in condominio. Rispetto a un impianto a radiatori si può conseguire un risparmio fino al 12%, che sale fino al 25% se l’impianto radiante viene abbinato a una pompa di calore.

La nuova norma UNI EN 1264:2021 riguarda i sistemi radianti alimentati ad acqua per il riscaldamento e il raffrescamento integrati nelle strutture, con l’inserimento di nuove tipologie di sistemi radianti, inclusa la bassa inerzia. La norma stabilisce che, in un sistema radiante progettato per un intervento di riqualificazione, la resistenza termica della superficie esistente deve essere stimata tenendo conto della costruzione e degli strati esistenti; è frequente che vengano richiesti anche interventi di miglioramento acustico, considerato che l’isolamento acustico è un obbligo di  legge.

Le disposizioni del DPCM 5-12-1997 sui Requisiti acustici passivi degli edifici si riferiscono alle nuove costruzioni, ma varie circolari ministeriali e alcune specifiche leggi regionali ne impongono l’applicazione a tutti gli interventi di ristrutturazione che interessino le parti dell’edificio soggette al rispetto dei requisiti acustici passivi regolamentati dal suddetto DPCM; si aprono quindi nuovi scenari che non possono prescindere dalle soluzioni a bassa inerzia e basso spessore applicate alle ristrutturazioni.

Comfort termico e comfort acustico diventano perciò due obiettivi da considerare insieme: un edificio che risponde ai criteri di comfort acustico riduce lo stress e aumenta la percezione di benessere. Uponor ha accolto questa richiesta del mercato ed è riuscita a sviluppare, in collaborazione con aziende leader di settore, soluzioni a bassa inerzia anche con isolamento acustico che hanno ottenuto la certificazione per destinazioni di tipo residenziale Cat.A, uffici Cat.B e ambienti suscettibili di affollamento Cat.C1 secondo NTC 2018.

Tra i sistemi Uponor certificati, la soluzione a basso spessore e inerzia Minitec costituisce la più diffusa sin dal 1999: offre un’installazione veloce e facile e riduce al minimo le opere strutturali e di muratura nei singoli locali, unità o nell’intero edificio. Tutti i prodotti e i processi di montaggio sono ottimizzati per essere installati in poco tempo.

Uponor Minitec, con uno spessore di soli 12 mm, è la soluzione perfetta per realizzare un sistema di climatizzazione radiante: specialmente nelle ristrutturazioni o nei rifacimenti degli impianti, ogni millimetro di spessore guadagnato è molto importante. Tutti i componenti sono progettati e combinati per ottenere la massima efficienza, permettendo di installare un impianto radiante con tempi dimezzati rispetto a un sistema tradizionale. In virtù del basso spessore, i tempi di messa a regime dell’impianto sono molto rapidi e le temperature d’esercizio molto contenute, sia in riscaldamento sia in raffrescamento, rendendo il sistema performante ed ecocompatibile.

Un sistema sottile, resistente e performante

Essendo resistente ai carichi, il pannello Uponor Minitec è calpestabile facilitando le successive operazioni di posa; è preformato e appositamente studiato per accogliere la tubazione, la superficie posteriore è adesiva per un fissaggio rapido, saldo e duraturo su qualsiasi sottofondo. La posa richiede l’impiego di una sola persona, in modo facile e rapido mediante una leggera pressione senza l’ausilio di attrezzi o altri elementi di fissaggio.

La livellina di copertura penetra nei fori del pannello ancorandosi alla superficie sottostante; dopo l’essiccazione e la successiva misurazione dell’umidità residua dello strato livellante, si procede con la posa del rivestimento prescelto direttamente sulla livellina indurita.

Essendo l’impianto radiante a diretto contatto con il pavimento finito, il raggiungimento della temperatura impostata risulta rapido e si  ottengono significativi benefici sia in regime invernale che in regime estivo con un unico ed efficiente sistema di climatizzazione.

Uponor Minitec in aderenza: il pannello adesivo Uponor Minitec è provvisto di uno strato posteriore adesivo che garantisce un fissaggio forte e duraturo su qualsiasi superficie esistente: cemento, legno, rivestimenti vari, opportunamente trattati con primer. La livellina penetra tramite i fori del pannello, àncora in modo saldo e stabile il sistema al sottofondo e incorpora la tubazione. Lo spessore totale del sistema, comprensivo della livellina di copertura, rimane compreso tra 15 e 20 mm (in funzione del tipo di livellina adottata).
Uponor Minitec con isolante acustico: per abbattere il rumore da calpestio è indicata la posa dell’isolante acustico direttamente sul sottofondo, a cui segue la stesura del pannello adesivo Uponor Minitec, della tubazione Uponor Comfort Pipe e infine del massetto (autolivellina) di solo 1 cm sopra il pannello. Il pacchetto è certificato per destinazioni di tipo residenziale Cat.A, uffici Cat.B e ambienti suscettibili di affollamento Cat.C1 secondo NTC 2018. Lo spessore totale del sistema, comprensivo della livellina di copertura, è di 24 mm con valore di abbattimento acustico ΔLw = 17 dB. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here