Per capire come eliminare le formiche ci vuole pazienza e applicazione, ma alla fine si vince

La formichina che corre lungo il battiscopa o l’imponente colonia di formiche con le ali che improvvisamente si manifesta in cucina sono segnali di un problema che va affrontato alla radice ed è per questo che è importante capire come eliminare le formiche.

Le formiche sono presenti sulla Terra da almeno 150 milioni di anni, sono, secondo alcuni studiosi, gli animali più numerosi del nostro pianeta (da 1 a 10 milioni di miliardi di individui) differenziati in oltre 13.000 specie.

Le formiche sono presenti in ogni zona climatica, all’infuori dei poli, distribuite in un’infinità di colonie, che possono contare da 50 a 100.000 unità l’una.

Le formiche svolgono funzioni utili all’ambiente in quanto puliscono il terreno dagli insetti morti portandoli nel nido, trasportano e accumulano grandi quantità di semi (di cui si cibano) spargendoli nell’ambiente e quindi favorendo la diffusione delle specie vegetali. Inoltre smuovono il terreno facendo circolare i tanti nutrienti nel suolo.

L’ambiente naturale delle formiche è l’esterno, ma la facilità di procurarsi cibo, la presenza di zone particolarmente protette dagli agenti atmosferici e dai predatori, facilita il loro ingresso nelle abitazioni.

Ecco quindi che, specialmente in primavera e in estate, capita di scoprire formiche in casa, anche in colonie consistenti.

Sono pericolose le formiche?

Le specie che vivono nelle nostre zone temperate sostanzialmente non sono pericolose per l’uomo, ma ciò non vuol dire che la loro presenza non abbia conseguenze negative di alcun tipo.

Innanzitutto possono comportare problemi di igiene in quanto nei loro continui spostamenti alla ricerca di cibo possono trasportare nell’abitazione materiali inquinanti, tossici o patogeni.

Possono anche causare danni ai rivestimenti (soprattutto in legno), agli isolanti e alle condutture elettriche in quanto nel loro progressivo stabilizzarsi ampliano i loro nidi, erodendo diversi materiali.

Queste problematiche sono sufficienti per motivarci a capire come eliminare le formiche in modo deciso nella nostra abitazione.

A volte il primo incontro è casuale, quando si scopre qualche formica che scorrazza sul pavimento, o sul muro. Altre volte è impattante, quando una colonia di formiche alate invade una parte della cucina o del bagno.

Le formiche alate non sono una specie a sé stante: si tratta di normali formiche in fase di accoppiamento: quando questo è finito le formiche perdono le ali. Ma in tale periodo la frenesia è tale per cui le formiche perdono momentaneamente la loro “riservatezza” e si presentano in colonie veramente preoccupanti.

Come difendersi dalle formiche

Se scopriamo la presenza di formiche dobbiamo essere consapevoli che esistono due livelli di rimedi contro le formiche.

Primo livello

Il primo livello è quello di contrasto che tende a ridurre la presenza di formiche rendendo loro più difficile e meno conveniente la permanenza all’interno della casa. Questo contrasto, che può essere realizzato con vari metodi, dai più ai meno efficaci, non risolverà praticamente MAI il problema alla radice. Le formiche si ridurranno, saranno meno invadenti, sposteranno il loro nido, ma non scompariranno veramente.

Secondo livello

Il secondo livello, è quello della disinfestazione radicale, che elimina realmente tutte le formiche dall’abitazione. Bisogna ricordare che questo risultato si raggiunge solo quando si eliminano anche le regine, che, per tutta la loro vita, continuano a sfornare uova. E le regine non si fanno vedere in giro per la casa, in quanto restano ben nascoste negli anfratti dei loro nidi.

Non alimentare le formiche di casa

Il primo, e forse più importante provvedimento da prendere per eliminare formiche, è l’assoluta e continua igienizzazione della casa.

Le formiche, infatti, sono sempre alla ricerca di cibo per cui la presenza di briciole sul pavimento, piatti sporchi in attesa di lavaggio, ciotole con cibo per cani e gatti con crocchette e altro, rappresentano altrettanti richiami e stimoli, nonché una fonte di alimentazione che favorisce ulteriori sviluppi delle colonie di formiche.

In particolare le sostanze zuccherine e i carboidrati attirano le formiche

Quindi aspirare e lavare i pavimenti con detergenti igienizzanti o disinfettanti rappresenta il primo indispensabile passo. Ma non basta. Gli armadi, in cui sono contenuti alimenti, zuccheri, pasta, pane e dolci sono altrettanti stimoli e richiami: dovremo radunare i cibi più allettanti in armadi chiusi ermeticamente oppure conservarli in contenitori con chiusura a scatto.

Piatti pronti, formaggio, pietanze avanzate rappresentano altre fonti di interesse per le formiche. Possiamo anche alloggiare in frigo alimenti che non lo richiederebbero, al fine di evitare l’arrivo delle formiche.

Come allontanare le formiche

Sono diverse le sostanze che risultano sgradevoli per le formiche, in particolare quelle dal sapore e dall’odore forte e marcato.Tra queste:

  • l’aceto
  • il limone
  • la menta
  • i chiodi di garofano
  • il pepe
  • il peperoncino
  • l’alloro
  • il caffè

Queste sostanze possono essere sparse nei punti in cui si trovano più frequentemente le formiche, con il risultato di allontanarle e interferire con le tracce olfattive che esse lasciano sui loro percorsi, rendendo più complicato il raggiungimento del cibo.

Si tratta di sostanze non dannose che possono essere utilizzate anche se in casa vi sono bambini o animali da compagnia.

Materie tossiche e trappole

Un intervento più deciso per imparare come eliminare le formiche consiste nello spargere alimenti che risultino tossici per le formiche stesse come: lievito di birra, borace, acido borico, sucralosio (dolcificante artificiale), alcuni tipi di farine. Le formiche che se ne cibano e rimangono intossicate, ma alcune di queste sostanze possono essere dannose anche per animali domestici.

In commercio si trovano numerosi tipi di trappole per formiche costituite da contenitori in cui vi è una sostanza attraente e una tossica. Le trappole vanno collocate nei percorsi preferenziali delle formiche: esse vengono attratte, entrano nel contenitore e si cibano, intossicandosi. Se il cibo viene trasportato all’interno del nido si intossicano anche altre formiche.

Rimedi naturali contro le formiche

Esistono anche insetticidi naturali per eliminare le formiche, ma la loro efficacia spesso è solo transitoria.

Barriere fisiche e sostanze chimiche

Per contrastare l’ingresso delle formiche dall’esterno si possono utilizzare sostanze diverse come: polvere di carbonella, polvere di gesso, pepe nero che creano una barriera fisica molto sgradevole per gli insetti che desiderassero penetrare nell’abitazione.

In ogni caso è bene dare la caccia a tutti gli anfratti, anche all’interno della casa, in cui le formiche possono installare un nido e realizzare sigillature e occlusioni. I punti tipici sono gli spazi dietro a battiscopa non perfettamente incollati, le fessure lungo telai dei serramenti, i braghettoni delle porte, i sottolavelli, dietro a rivestimenti scollati e così via.

L’industria propone una vasta gamma di prodotti chimici che eliminano le formiche: polveri, liquidi. spray, e altro, come le sostanze intossicanti per la colonia quando vengono trasportate nel nido.

Si tratta di prodotti abbastanza efficaci che, però, vanno utilizzati con oculatezza, facendo attenzione che non vengano assunte dalle persone o da altri animali. Vanno sempre utilizzate seguendo le indicazioni del produttore e rifacendosi anche alle schede di sicurezza.

Disinfestazione radicale

Tutti i sistemi indicati sopra sono efficaci a vari livelli per capire come eliminare le formiche, ma, come si è già detto, ben difficilmente riescono a sradicare totalmente la presenza delle formiche, che, in un modo o nell’altro, sono in grado di ricostituire le colonie decimate dai veleni ripresentandosi dopo un tempo più o meno lungo.

In questa situazione è necessario rivolgersi ad un’azienda di disinfestazione che operi in modo professionale, con prodotti non disponibili al privato.

Il disinfestatore esperto nel sapere come eliminare le formiche, come prima cosa, fa un accurato sopralluogo per individuare i punti in cui le formiche hanno fatto il nido (o i nidi) per agire sulla colonia nella sua interezza e non solo sulle formiche che escono da questo.

Quindi applica sostanze velenose per le formiche, con varie metodologie. Questo intervento riesce a eliminare anche le varie regine presenti, interrompendo la “produzione” di nuove formiche.

Dopo una disinfestazione radicale, se contemporaneamente agiamo anche sulle vie di ingresso delle formiche nell’abitazione, e adottiamo le misure di igiene e pulizia indicate, possiamo sperare di aver capito come debellare le formiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here