Indice dei contenuti

 

Il nastro a stecche di legno o pvc che componeva le vecchie tapparelle non permetteva un’ottimale modulazione della luce, era facilmente violabile, difficile da pulire all’esterno, ma oggi è tutta un’altra cosa

Anche la tapparella, come gli altri sistemi di oscuramento, ha subito un’evoluzione che la differenzia molto dai vecchi modelli di tapparelle in legno: le migliorie riguardano sicuramente l’estetica e il comfort di utilizzo, ma soprattutto l’isolamento termoacustico e la sicurezza.

Il percorso è iniziato con le tapparelle motorizzate (tapparelle elettriche) che hanno permesso di eliminare dalla vista il cintino o la manovella, arrivando oggi alla possibilità di integrazione in un sistema domotico; di pari passo anche i materiali si sono fatti più leggeri e resistenti per sollecitare meno i meccanismi e garantire un’inalterabilità prolungata, ad esempio con le tapparelle pvc.

Quanto a sicurezza, prima ci si poteva affidare a semplici scrocchetti che potevano bloccare la tapparella in chiusura, mentre oggi, quando è necessario, si può contare su una struttura robusta con dispositivi di autobloccaggio di vario tipo che esercitano una forza notevole contro le guide; se serve beneficiare di un miglior isolamento termico e acustico esistono avvolgibili le cui stecche siano un sandwich costituito da un’anima di materiale coibente, di solito poliuretano espanso, inserito in un guscio di alluminio estruso (tapparelle alluminio), che può avere infinite colorazioni molto resistenti ai raggi UV e agli agenti atmosferici (tapparelle coibentate).

Ovviamente, una tapparella isolante ha un senso se anche il cassonetto che racchiude il rullo ha analoghi requisiti; questo inevitabile vano, in passato abbastanza evidente all’interno, può ora essere alloggiato in modo invisibile nello spessore della muratura o posto all’esterno.

Infine, per poter modulare al meglio la luce, alcune tapparelle hanno stecche ruotabili come le veneziane: questa opzione permette la pulizia delle stecche sulla faccia esterna, ponendole in posizione orizzontale.

Grata e tapparella tutto in uno

Un esclusivo sistema che risponde alle esigenze di sicurezza, estetica e comfort; le tapparelle anti intrusione Top Blind dispongono di serratura con chiave a doppia mappa e blocco in acciaio antieffrazione a inserimento automatico, profili in alluminio estruso 16×55 mm.

Cassonetto visibile o non visibile?

Per l’installazione del cassonetto senza che sia visibile dall’interno sono possibili diverse modalità di installazione. Infatti, nella configurazione normale, rimane totalmente nella luce della finestra (sia in larghezza sia in altezza) con avvolgimento verso l’interno; invertendo l’avvolgimento del nastro, ossia verso l’esterno, è possibile mantenerlo completamente in luce, oppure posizionarlo fuori luce in altezza e scegliere se mantenerlo in luce o fuori luce come larghezza.

Tapparelle blindate

I profili sono collegati tra loro attraverso bielle di acciaio complete di ruote in materiale autoslittante; le guarnizioni in PVC alla base dei profili assicurano perfetta tenuta quando la tapparella è in posizione chiusa e riducono il rumore in apertura e chiusura; sistema motorizzato (uomo presente).

Cassonetto esterno (tapparelle esterne)

Il cassonetto Unibox permette di installare tapparelle avvolgibili di sicurezza anche laddove non è stato previsto al momento della costruzione; è disponibile in versione tonda o a 45° e in diverse misure per ridurre al minimo l’ingombro secondo il diametro di avvolgimento della tapparella. Queste possono anche essere definite tapparelle senza cassonetto

Installazione interna

Anche qualora non sia possibile evitare la presenza del cassonetto all’interno, il suo aspetto è molto meno impattante di quanto non fosse in passato. La forma si integra al meglio con l’architettura interna, le dimensioni sono ottimizzate sulla misura del telo completamente avvolto e la struttura nel suo insieme non dà luogo a ponti termici, disponendo di un buon isolamento e di chiusure efficaci.

Tapparelle orientabili

La tapparella di sicurezza Securflap è costituita da un telo con lamelle in alluminio e guarnizione antispiffero su ogni lamella; dispone di spazzolini verticali su entrambe le guide e le lamelle sono più larghe di quelle comunemente sul mercato, per un aspetto più solido e raffinato. Può essere installata anche nelle ristrutturazioni; l’ingombro del cassonetto è leggermente superiore a quelli tradizionali, per cui gli spazi vanno predisposti prima del montaggio.

Le dimensioni disponibili sono 600-2199 mm in larghezza e 60-2499 mm in altezza; sollevamento e orientamento motorizzato, serratura a cilindro europeo con due punti di chiusura, telecomando per movimentazione e orientamento fino a 3 tapparelle contemporaneamente. Di.Bi.

Come si installano

I primi elementi da montare sono i reggiguida laterali, da avvitare ai profili annegati nella muratura; su di essi si fissano a incastro le guide laterali, assestandole con un mazzuolo di gomma; si stabilizza l’unione con l’inserimento di viti.
I supporti rullo con i carrelli si installano nel cassonetto.
Il rullo con il telo Securflap avvolto va portato all’altezza del cassonetto tramite un sollevatore; bisogna arrivare alla quota necessaria a inserirvi i carrelli, sfilandoli dai supporti rullo e rimettendoli a posto subito dopo.
Si effettua il collegamento elettrico al pulsante si avvia la prima discesa del telo, sfilando il materiale protettivo interposto.
Seguendo il libretto di istruzioni, a seconda del tipo di azionamento scelto, si effettuano le regolazioni dei finecorsa.
Si centrano poi sul rullo le calotte che permettono l’avvolgimento delle cinghie di sollevamento e si fissano con le viti in dotazione.
Il test finale di funzionamento viene eseguito direttamente dal cliente sotto la guida dell’installatore, soprattutto per precisare che la tapparella va azionata in sollevamento soltanto dopo aver sbloccato la serratura.

Sistema orientabile motorizzato

Oltre al tradizionale scorrimento verticale, la tapparella Rolltek permette di variare l’orientamento delle lamelle da 0° a 110°, in modo da regolare l’ingresso della luce e dell’aria. Il sistema di orientamento simultaneo delle lamelle è molto preciso e la loro sezione ha una sagoma tale da ridurne la flessione, così da permettere l’installazione anche in aperture di grandi dimensioni.

Il motore Somfy garantisce alti livelli di automazione e l’integrazione con sistemi domotici; tutti i movimenti sono gestibili da telecomando o da smartphone tramite un’App. Rolltek 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here