Come un rifugio ai piedi del Cervino

Indice dei contenuti

 

L’atmosfera calda e accogliente di un trilocale mansardato di 55 m2 utilizzato come casa per le vacanze e concepito come un “nido” in linea con lo spirito del luogo

Torgnon è un comune della Valle d’Aosta che conta poco meno di 600 anime ed è in una posizione privilegiata a circa 1500 metri di quota, a metà della Valtournenche. Questo piccolo appartamento mansardato è stato acquistato al grezzo a seguito della ristrutturazione di una villetta che ha contemplato la sopraelevazione e la suddivisione in sei unità abitative, oltre al conseguimento della classe energetica A. Per migliorare l’isolamento acustico dell’appartamento, le pareti confinanti con altre unità sono state rivestite con lastre di cartongesso preaccoppiate con materiale fonassorbente incollate direttamente alla muratura.

Vista l’esigenza di disporre di una camera da letto in più, la cucina è stata integrata nel soggiorno, a lato della porta d’ingresso, e la stanza in cui era stata prevista dal punto di vista impiantistico è stata allestita con divano letto e zona TV in comunicazione con il soggiorno, ma che può essere isolata da esso chiudendo una porta scorrevole se la si utilizza come camera da letto. In pratica, l’appartamento è passato da bilocale a trilocale.

Rispetto alle case tipiche di montagna, in cui padroneggia il legno anche nei rivestimenti, qui le pareti sono intonacate e in parte colorate con prodotti di Sikkens per non incorrere nell’effetto “baita”; per lo stesso motivo il soffitto inclinato in travi e perline, in origine nella classica tonalità miele della verniciatura che mantiene l’aspetto naturale del legno, è stato sverniciato e sbiancato con uno smalto bianco opaco che crea un effetto decapé e lascia intravedere la venatura, oltre a mettere in evidenza le travi in acciaio di color antracite.

Il pavimento è un parquet in tavole di rovere di Piccardi Living, prodotto appositamente per questa abitazione: si tratta di un prefinito a 3 strati da 15 mm di spessore, con larghezze miste da 120 a 220 mm e lunghezze fino a 2500 mm. Per ottenere colori molto simili all’invecchiamento naturale del tempo viene realizzato il trattamento “smoked” in camere apposite di affumicatura, dove per diverse ore le tavole subiscono processi di riscaldamento e immissioni di sostanze che, reagendo con i tannini presenti nel rovere, conferiscono al legno una colorazione che varia di intensità in relazione alla durata dell’esposizione del legno a questo trattamento. Sempre in rovere spazzolato sono le porte interne e il mobile sotto la finestra del soggiorno, realizzato su misura, verniciati in una tonalità che riprende il colore della pavimentazione.

Leggi anche…

Pregiati parquet artigianali e personalizzabili

Piccardi Living vanta una storia iniziata nel lontano 1960 e realizza lavorazioni che vivono attraverso il tempo, attraverso il legno, frutto spontaneo della natura che da sempre accompagna lo spirito eclettico delle sue creazioni L’Italia è ricca di tradizioni e luoghi meravigliosi, modi di vita colorati e ricchi di bellezza. Combinando queste radici con la … Leggi tutto

Soggiorno a capanna

Entrando in casa lo sguardo viene subito catturato dalla finestra triangolare e dal paesaggio montano su cui si affaccia; sotto di essa, i pannelli in rovere del mobile lungo 5 metri realizzato su disegno impediscono di immaginare che dietro di essi ci sia uno spazio profondo oltre 80 cm in cui trovano posto, da sinistra, la lavatrice, vani guardaroba e, oltre la libreria centrale, un forno e una dispensa. Dietro il tavolo da pranzo in ferro e vetro fumè, anch’esso fatto su disegno, un mobile in legno degli anni ’40. Le due porte che conducono al bagno e alla camera da letto hanno grandi maniglioni in legno nero che, identici a quelli del mobile basso, per forma e colore, richiamano le gambe del tavolo.

Sul lato opposto è allestita una zona relax con la poltrona Structure Armchair in velluto verde bottiglia di Bonaldo e un tavolino in ferro con piano in marmo su cui sono appoggiati una vecchia bussola con custodia in cuoio e una spazzola utilizzata per cardare la lana; il caminetto a bioetanolo Light vertical è semplicemente appeso a parete come un quadro, in quanto per il suo funzionamento non richiede alcun tipo di collegamento. Completa la scena la lampada IC Lights Floor 2 di Flos.

Cucina mini, ma con stile

Parzialmente incassata in una rientranza a lato dell’ingresso, è un modello di Modulnova che dispone dell’indispensabile per brevi soggiorni: le ante dei pensili sono in rovere termocotto, mentre la base, con lavello in acciaio e piano cottura a induzione, è in laminato con un effetto pietra piasentina molto realistico. Sulla parete laterale una stampa celebrativa di Cervinia di Arnaldo Musati degli anni ’50, racchiusa in una cornice di rovere ricavata da vecchie travi recuperate in baite del luogo. Sopra la porta d’ingresso la lampada in ceramica “Ti . Vedo” di Karman che riproduce la sagoma di un gufo.

I due volti della cameretta

La parete del living opposta alla finestra è interamente occupata da un’armadiatura realizzata su disegno quasi impercettibile per via delle ante prive di maniglie e laccate nella stessa tonalità della parete a cui risultano a filo. In fondo c’è la sala TV con il divano letto, attorno al quale pareti e soffitto dipinti in verde definiscono una sorta di zona protetta e più intima, illuminata da due faretti incassati di iGuzzini. Il divano trasformabile diventa letto all’occorrenza; in primo piano il tavolino Gnomo Napoleon disegnato da Philippe Stark per Kartell, in versione nero lucido, mentre sul lato opposto la porta finestra si spalanca su un balcone che affaccia sulla valle del Cervino.

Camera padronale e bagno

Nella camera lo spazio è quasi completamente occupato dal letto matrimoniale, la cui testata trapuntata di colore grigio si staglia sulla parete dipinta in tonalità blu; di lato c’è posto per un solo comodino, anche questo realizzato su disegno, così come la lunga mensola frontale con illuminazione integrata.

Il bagno è l’unico ambiente in cui è stato realizzato un controsoffitto, che nella zona della doccia genera una veletta retroilluminata. Per l’illuminazione generale è stata realizzata una gola longitudinale nera di soli 5 cm nella quale sono inseriti i faretti Laser Blade di iGuzzini; il rivestimento ceramico vede protagoniste le piastrelle Azulej di Mutina, il lavabo in ceramica bicolore Happy Hour di Hatria appoggia su un mobile realizzato su progetto ed è sovrastato da uno specchio antico con cornice in legno intarsiato, acquistato in un mercatino locale. Per la rubinetteria è stata scelta la serie Fontane Bianche di Fantini, in finitura Gun Metal PVD.

Progetto:
Arch. Matteo Italia
ITALIA and Partners

Fotografie:
Federico Moschietto

Parquet:
Piccardi Living

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here