Indice dei contenuti

 

Arredare la cucina non è un’operazione così scontata; bisogna tener conto di diversi fattori come lo stile, i colori e i materiali

Arredare la cucina è il primo passo per rendere questo ambiente più vivibile, funzionale e per migliorarlo esteticamente. Si tratta di una delle stanze più utilizzate della casa e proprio per questo è fondamentale garantire comfort e praticità; per farlo è necessario effettuare un vero e proprio studio dei complementi d’arredo, tenendo da conto l’aspetto estetico e lo stile degli ambienti comunicanti.

Il fine ultimo dovrebbe essere il raggiungimento della cosiddetta “cucina perfetta“, dove stile, funzionalità e gusto personale si uniscono in una combinazione ottimale.

Vediamo dunque alcune idee per arredare la cucina, tenendo conto dello stile, dei colori e dei materiali.

Lo stile

In primo luogo è necessario definire quale sia lo stile che più ci rappresenta. Il mondo delle cucine si distingue in due macrocategorie rappresentate dalle cucine classiche e moderne.

Cucine classiche

Arredare la cucina con uno stile classico significa conferirle un aspetto caldo e accogliente, che abbraccia una visione tradizionale, vintage o old style.

Va tenuto presente che classico non significa vecchio, tutt’altro. Il modello classico non passa mai di moda, più semplicemente tende a modificarsi con lo scorrere degli anni assumendo colori e finiture più in linea con le cucine contemporanee.

Una cucina in stile classico non può però prescindere da mobili in legno (più o meno scuro), con linee eleganti e tradizionali.

arredare cucina

Cucine moderne

Se invece il nostro gusto personale ci porta verso la modernità allora arredare una cucina significa creare un connubio tra la funzionalità e le nuove tendenze. La cura del design è fondamentale e spesso si sposa con soluzioni innovative che hanno lo scopo di aiutarci nelle attività quotidiane.

Normalmente una cucina moderna è arredata con scaffalature ampie e ben suddivise con linee rette essenziali ed eleganti. Spesso la scelta ricade su cucina con isola e con penisola o su cucine open space, molto pratiche e di tendenza.

Anche la scelta degli elettrodomestici non è lasciato al caso. Frigoriferi e forni di ultima generazione sono una scelta eccellente che va a unire design e praticità d’utilizzo.

Una volta scelto lo stile che più ci contraddistingue è fondamentale rivolgersi a professionisti del settore dell’arredamento, i quali, oltre a offrire prodotti di qualità, saranno in grado di fornire una consulenza mirata per il caso di specie. Un esempio è il Centro Veneto del Mobile che, grazie ai modelli proposti e all’esperienza maturata, può aiutarvi ad arredare la cucina secondo le vostre esigenze.

I colori

La scelta dei colori di una cucina è molto importante, soprattutto se questa è collegata a uno spazio diverso come il soggiorno o una sala da pranzo. La selezione deve avvenire in modo tale da creare un effetto armonioso che unisca gli ambienti con eleganza.

Nel caso di una cucina classica la scelta verte sulle tinte color legno (noce, decapè, avorio, ecc) con sfumature raffinate, tradizionali o rustiche; mentre nell’ipotesi di una cucina moderna si deve optare per un approccio minimal: sono perfetti i look total black e total white.

arredare cucina

Le tonalità uniche possono quindi essere una soluzione, ma per chi trovasse questa scelta monotona e noiosa può optare per combinazioni più dinamiche come il bianco e il grigio o colori più accesi come il blu, il giallo o il violetto.

I materiali

Arredare la cucina significa anche scegliere il materiale di migliore qualità e che si adatti alle nostre esigenze. Elementi imprescindibili sono la resistenza (a calore e abrasioni) e la facilità di pulizia; è quindi necessario evitare materiali scadenti che, a seguito di un uso quotidiano, possono rovinarsi in poco tempo.

Per i mobili cucina in stile classico si può optare per il legno massello, mentre per lo stile moderno si consigliano i laccati e i laminati.

È molto importante poi la scelta del materiale dei rivestimenti e del piano di lavoro che deve essere funzionale e facile da pulire. Il granito e il marmo sono scelte ottime; un’alternativa è il vetro temperato, facile da pulire ma soggetto a graffi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here