Fotovoltaico e pompa di calore LG: salto di 3 classi energetiche senza cappotto

fotovoltaico e pompa di calore
 

Realizzato nel mese di ottobre 2020, l’abbinamento fotovoltaico e pompa di calore è uno dei primi interventi che ha tutti i requisiti per accedere al Superbonus 110%

L’installazione di un impianto fotovoltaico è uno degli interventi che può essere agevolato al 110% (anziché al 65%) se è contestuale a uno degli interventi trainanti. Principalmente, per affinità impiantistica, coincide con l’installazione di una pompa di calore ad alta efficienza; può essere altresì collegato all’isolamento a cappotto o all’adeguamento sismico, ma non è indispensabile.

In molti casi, infatti, anche abbinando il fotovoltaico alla sola sostituzione della centrale termica si può conseguire il miglioramento di due classi energetiche imperativo per beneficiare del Superbonus, specialmente se si parte da una delle classi peggiori. Lo dimostra un intervento da poco concluso su una casa indipendente di 150 m2 a Viterbo, che, con l’installazione di un impianto fotovoltaico e pompa di calore, dalla classe G è passata in classe D (con un salto di tre classi energetiche) grazie alle soluzioni LG Solar installate da DB Energy Italia, partner di LG.

La situazione di partenza era quella di un impianto termico composto da caldaia a metano a camera aperta e caldaia secondaria a pellet, entrambe risalenti a poco più di 10 anni fa, che alimentavano termosifoni in parte in ghisa e in parte in alluminio. L’intervento ha contemplato l’installazione di una pompa di calore aria/acqua Therma V LG da 16 kW, di 15 moduli fotovoltaici LG (totale 6,0 kWp) e di una batteria di accumulo LG Chem da 7 kWh, oltre a un serbatoio di accumulo per ACS e a ventilconvettori per il raffrescamento estivo. Sono stati mantenuti i radiatori esistenti, provvedendo soltanto a dotarli di valvole termostatiche; non è stato attuato alcun intervento di isolamento termico.

Fotovoltaico e pompa di calore monoblocco Therma V

Disponibile con potenze 5-7-9 kW monofase e 12-14-16 kW monofase/trifase può essere utilizzata per diverse soluzioni di climatizzazione e produzione di acqua calda sanitaria; il gas refrigerante R32, oltre a garantire un impatto ambientale notevolmente ridotto, permette di raggiungere un coefficiente di prestazione stagionale di riscaldamento (SCOP) pari a 4,45 e l’elevata classificazione energetica A+++. Altra caratteristica di questo modello è la capacità di garantire ottime prestazioni di riscaldamento anche con temperature esterne di -25 °C e di produrre acqua calda fino a 65 °C anche con climi particolarmente rigidi. Il comando a filo RS3 di serie ha un’interfaccia con display a colori da 4,3” e tasti a sfioramento, con diverse funzioni smart (monitoraggio consumi, programmazione ecc) e, con apposito accessorio opzionale, la pompa di calore è controllabile anche da remoto tramite App LG ThinQTM.

Therma V 5-7-9 kW
Il bollitore per ACS abbinato a un piccolo volano termico e la batteria di accumulo LG Chem

Il modulo fotovoltaico bifacciale che genera il 130% di energia

In questa installazione sono stati utilizzati i moduli NeON2 BiFacial nella versione top di gamma, quelli composti da 72 celle monocristalline e con una potenza di 400 Wp. In realtà, la potenza indicata fa riferimento solo al lato anteriore, ma il pannello, grazie a una speciale pellicola trasparente sul retro, cattura la luce anche sul lato posteriore e, nelle migliori condizioni, la produzione di energia può arrivare a 520 W (+30%).

La tecnologia Cello

L’incremento delle prestazioni è merito anche di questa tecnologia che prevede l’impiego di barre collettrici a 12 fili sottili in luogo delle tradizionali stringhe di collegamento tra i moduli. La forma circolare dei fili convoglia una maggiore quantità di luce verso il modulo, mentre parte di quella che impatta sulle stringhe viene riflessa.

Ulteriori vantaggi

Nelle regioni dove si verificano molte precipitazioni nevose nella stagione invernale, il modulo può generare elettricità attraverso il lato posteriore attivo anche se la parte anteriore è coperta di neve; inoltre, poiché il modulo producendo elettricità attraverso la sua parte posteriore si riscalda, la neve accumulata sulla parte anteriore può anche sciogliersi, producendo un ulteriore effetto positivo. Gli studi hanno dimostrato che i moduli fotovoltaici bifacciali, specialmente nelle regioni soggette a frequenti precipitazioni nevose, registrano un aumento significativo del rendimento rispetto ai moduli tradizionali. I moduli LG offrono 25 anni di garanzia lineare sulle prestazioni e 25 anni di garanzia sul prodotto, oltre che un’estensione di garanzia sulla potenza. Dopo 25 anni LG garantisce il 90,8% della potenza originaria del modulo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here