Carta da parati per pavimento e pareti

0
6677
carta da parati per pavimento
 

Riduttivo chiamarla carta da parati! Oggi la carta da parati la puoi posare anche sul pavimento…

Grazie al digitale l’abbiamo vista riproporsi con texture esclusive negli ambienti moderni, utilizzando supporti e trattamenti che ne permettono l’utilizzo anche nei bagni, ora la vediamo anche in veste “calpestabile” e non solo come rivestimento decorativo, bensì con caratteristiche… antisismiche.

Eq-Dekor nasce dalla collaborazione tra Inkiostro Bianco e Mapei e si basa sul sistema brevettato MapeWrap EQ System, un prodotto prestazionale che presenta requisiti di ottima efficienza in caso di sisma. Un tessuto bidirezionale in fibra di vetro, applicato con un adesivo monocomponente all’acqua, minimizza il rischio di distaccamento di componenti del muro in caso di terremoto: per assolvere questa funzione, il rivestimento deve essere posato su entrambe le facce del muro. Inkiostro Bianco ha interpretato in modo creativo questo sistema proponendo una gran varietà di grafiche e colori concepiti da prestigiosi designer che collaborano con l’azienda.

Con l’applicazione di uno speciale protettivo dopo la posa, il rivestimento è applicabile anche sulle superfici calpestabili: una soluzione intrigante in più per rinnovare i pavimenti senza incorrere in demolizioni e sovrapponendo uno spessore veramente minimo. Inkiostro Bianco

Carta da parati per pavimento: la posa

posa-carta-parati

  1. seguendo lo schema di posa, si deve calcolare la posizione di ciascun telo; per segnare la posizione di ognuno si possono tracciare segni a matita su nastro di carta applicato provvisoriamente a parete.
  2. la colla va preparata in un secchio avendo cura di amalgamarla; il posatore indossa calzari soprascarpa e, con una spatola, applica la colla su tutto il pavimento, lasciando asciugare 15/30 minuti.
  3. controllato che la colla non sia più liquida, ma appiccicosa, si posa il primo telo avendo cura di lasciarlo abbondante e di farlo risalire lungo le pareti. Il lavoro prosegue fino a completamento della stanza, facendo collimare i teli per ricostruire il progetto grafico.
  4. le eccedenze di telo vanno tagliate con un cutter a filo parete; poi, partendo dal primo telo, viene stesa una seconda mano di colla con spatola di plastica, telo per telo.
  5. la superficie va ripassata con un rullo a pelo corto per togliere le eccedenze di colla; segue una terza mano, anche questa da ripassare.
  6. la prima mano di protettivo bicomponente EQ-Dekor Finish va stesa dopo 4-6 ore e lasciata asciugare per almeno 2 ore. Si ripete l’operazione, si lascia asciugare 24 ore, poi il locale è calpestabile e gli arredi possono essere riposizionati. Asciugatura completa in 7 giorni.

AvenueCanestro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here