I miscelatori doccia – tipologie e caratteristiche

Indice dei contenuti

 

La doccia può rappresentare un buon inizio di giornata o essere un rituale rilassante prima di andare a letto. Come orientarsi nella gamma di miscelatori per doccia e scegliere quello che renderà la doccia ancora più piacevole e confortevole?

A manopole, monocomando o termostatici

I miscelatori per doccia si possono suddividere tra quelli a manopole, a leva e termostatici. I rubinetti a manopole possono essere un complemento funzionale e attraente per il bagno. Per molti, oggi, simbolizzano lo stile retrò. I rubinetti monocomando sono molto più diffusi in quanto semplicemente più pratici, più economici, facili da usare e da mantenere. I miscelatori termostatici hanno un prezzo di acquisto leggermente superiore, ma offrono numerosi vantaggi. Con essi, sarete in grado di impostare in modo affidabile e praticamente istantaneo la temperatura dell’acqua desiderata, mantenendo costanti temperatura e pressione, cosa che gradirete particolarmente durante la doccia. Inoltre, sono sicuri per i bambini, in quanto dispongono sempre di un blocco di sicurezza sul termostato, per evitare scottature. I rubinetti termostatici sono ad alta efficienza energetica e facili da usare, e possono essere anche azionati a pulsante. E non è necessario scendere a compromessi nemmeno per quanto riguarda l’estetica, in quanto sono disponibili sul mercato diverse opzioni di design.

Montaggio ad incasso o a parete?

A seconda del metodo di installazione, esistono due tipologie principali di miscelatori per doccia: a parete e a incasso. I rubinetti a parete, che possono essere acquistati in una varietà di materiali, colori e forme, sono particolarmente adatti se si desidera evitare grandi modifiche strutturali durante la ristrutturazione del bagno. Questi rubinetti vengono semplicemente collegati agli attacchi già predisposti nella parete. L’installazione iniziale e l’eventuale sostituzione possono essere gestite senza problemi dagli utenti più abili. Lo svantaggio di questo tipo di miscelatore è che può, sporgendo, intralciare la doccia.

Il miscelatore a incasso, invece, è una soluzione moderna, elegante e facile da usare, ma più impegnativa da installare. Richiede il montaggio di un corpo incasso, che rappresenta una notevole intrusione nella struttura del bagno. Per questo motivo, viene utilizzato soprattutto nelle nuove costruzioni e in grandi ristrutturazioni. È meglio lasciare l’installazione nelle mani di uno specialista. Tuttavia, la variante ad incasso presenta un vantaggio indiscutibile: solo una parte ridotta del rubinetto è visibile, c’è quindi meno da pulire e, grazie alla sua economia dimensionale, non interferisce con la doccia.

Se desiderate trasformare una normale doccia in un centro di wellness domestico e sfruttare gli effetti benefici e massaggianti dell’acqua, scegliete un pannello doccia. I pannelli doccia possono avere diverse funzioni, dai sistemi ad idromassaggio o vapore all’illuminazione colorata o alla radio, offrono un elevato comfort e rendono la doccia una vera e propria esperienza. Anche se appaiono complicati e sono più costosi, sono di solito relativamente semplici da installare.

Set doccia

Non si può fare la doccia senza una doccetta, ma per una doccia ancora più comoda e piacevole ci vuole un soffione. I set doccia comprendono un miscelatore ed entrambe le opzioni doccia. Il miscelatore regola non solo la temperatura e il flusso dell’acqua, ma commuta anche tra doccetta a soffione. Entrambe le docce possono essere dotate di una serie di funzioni aggiuntive per la pulizia, il rinfresco e il massaggio. Questi possono includere un getto d’acqua tropicale, una leggera nebulizzazione, un getto massaggiante o un getto a risparmio d’acqua con aggiunta di aria e altro ancora.

Il cuore del miscelatore e il suo design

Il cuore di qualsiasi miscelatore è la cartuccia. Le più durevoli e di alta qualità sono quelle in ceramica, che garantiscono un funzionamento affidabile per molti anni. La rubinetteria é da scegliere in base alla qualità delle sue componenti interne e al design esteriore, che completerà l’ambiente dell’intero bagno. Si consiglia di abbinare il design non solo di tutti i rubinetti del bagno, ma anche degli accessori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here