Indice dei contenuti

 

L’aria condizionata è diventata ormai un must delle case italiane essendo un fattore essenziale per il controllo della temperatura e umidità degli interni

Volgarmente il termine “aria condizionata” viene associato al dispositivo atto a raffreddare un locale, invece significa proprio climatizzare a piacimento, a seconda delle proprie esigenze, la casa o l’ambiente di lavoro in ogni stagione. Naturalmente, mantenere questi ambienti freschi durante i mesi più caldi, è la principale mansione dell’aria condizionata.

Nonostante i sistemi di aria condizionata centralizzati sono praticamente di norma, molte volte si preferiscono i condizionatori portatili. Ma di cosa bisogna tener conto per acquistare un condizionatore portatile?

Quali sono i parametri più importanti nella scelta di un condizionatore portatile?

I parametri più importanti sono:

  • la classe energetica,
  • la rumorosità,
  • la potenza frigorifera,
  • la possibilità di mantenere la temperatura costante durante la notte,
  • la capacità di deumidificare,
  • il sistema filtrante

Come ogni elettrodomestico, ha i suoi pro e i suoi contro che analizzeremo di seguito. In ogni caso prima di procedere con l’acquisto vi consigliamo vivamente di informarvi sulle caratteristiche per poter effettuare la scelta migliore.

Quali sono i principali vantaggi dei condizionatori portatili?

Il principale vantaggio dei condizionatori portatili è la possibilità di raffreddare determinate aree, consumando meno energia rispetto ai condizionatori centralizzati.

Inoltre, capire bene quali sono i condizionatori portatili più adatti in base alle proprie caratteristiche, al raffreddamento di un’area di una certa metratura, contribuisce ancor di più a diminuire i costi energetici.

Un altro vantaggio dei condizionatori portatili è sicuramente quello di essere privo di unità esterna. Ciò non solo permette di spostarlo a piacimento in ogni area del locale, ma non necessita di interventi edilizi sia per la sua installazione che per quella dell’unità esterna.

La pulizia del filtro è sicuramente un altro punto positivo. Infatti è estremamente facile smontarlo senza munirsi di scale o arrivare in punti troppo alti. Basta un panno umido, oppure con l’aspirapolvere. Se è molto sporco lo si pò anche immergere in acqua tiepida e sciacquarlo più volte. E’ consigliabile pulire il filtro almeno 2 volte al mese.

Gli svantaggi dei climatizzatori portatili

Uno degli svantaggi più importanti dei condizionatori portatili è sicuramente la classe energetica. Infatti per rispettare le norme di legge, bisogna utilizzare condizionatori portatili con classe energetica non inferiore alla “G”. Molti superano ampiamente questo livello di classe, ma altri no. Inoltre per chi intende acquistarlo per farne un utilizzo intensivo nei mesi estivi, la cosa migliore da fare è investire, spendendo un po’di più, su condizionatori portatili di classe A o A+, che permettono in futuro di risparmiare sulla bolletta. 

Un altro svantaggio che va considerato è il sistema di scarico della condensa, nonché della produzione della stessa. Ci sono condizionatori portatili predisposti di sistema per eliminare la condensa direttamente dagli scaricatori, altri invece hanno solo la tanica che periodicamente necessita di svuotamento manuale, anche più volte al giorno se lo si utilizza intensivamente. Basti pensare che un solo condizionatore portatile può generare anche trenta litri di condensa al giorno, quindi per taniche per la raccolta da cinque litri bisogna svuotarla sei volte.

Condizionatori senza tubo di scarico: non esistono!

Un limite, se vogliamo chiamarlo così, è che questi condizionatori sono dotati di un sistema per espellere l’aria calda, composto da un tubo flessibile ed un ventilatore distanziato, che andrà collocato vicino ad un uscita, quale può essere una finestra o un balcone.

Diffidate dalle pubblicità in cui il condizionatore compare senza tubo, perché ha bisogno per forza di un sistema per espellere e canalizzare l’aria calda verso un’uscita. Infatti i cosiddetti “tubeless” hanno comunque un tubo sottile che può essere fatto passare attraverso una finestra socchiusa, senza la necessità di perforarla.

Quali dimensioni?

Le dimensioni di queste tipologie di condizionatori sono standardizzate e non variano di molto tra di loro. Possono differire per compattezza e trasportabilità, che può essere determinata dalla presenza di rotelle mobili, e di una maniglia, molto importanti per la mobilità in quanto questi dispositivi hanno comunque un peso non trascurabile. Sono in ogni caso, fattori che aumentano il prezzo di acquisto.

La potenza frigorifera

Un’ altra grandezza che caratterizza la scelta è la capacità di raffreddamento in potenza frigorifera, con valori che variano dai 9000 BTU/h ai 12000 BTU/h, dove BTU sta per British Termal Unit per Hour. La scelta della potenza dipende dalla grandezza dell’ambiente che necessita di raffreddamento.

L’ideale è una potenza di 340 BTU/h per metro quadro, ma bisogna tener conto anche dell’orientazione della stanza rispetto all’esposizione ai raggi solari, oppure alla presenza di organi emettenti calore, come cucine, stampanti o computer. Più aumenta la potenza più aumentano il prezzo del condizionatore e i consumi energetici.

La silenziosità

La silenziosità è importante nella scelta di un condizionatore portatile, però in linea di massima questi apparecchi sono tutti poco silenziosi, nonostante i progressi della tecnologia. La differenza di rumorosità rispetto i condizionatori centralizzati è che i portatili non hanno unità esterna come i centralizzati, ma hanno il motore incorporato. In ogni caso la rumorosità è accettabile, e comunque il prezzo di acquisto è inferiore ai condizionatori centralizzati.

Permessi condominiali? No, grazie!

La comodità dei condizionatori portatili si evince anche dall’indipendenza da eventuali permessi condominiali, poiché le unità esterne comunque possono deturpare un’eventuale estetica del palazzo, ed esula da permessi dei locatari nel caso di chi vive in affitto.

I prezzi dei condizionatori portatili aggiornati al 2019

Cosa possiamo dire circa i condizionatori portatili prezzi? Che Per quanto riguarda i prezzi si può dire con certezza che le varie aziende riescono a soddisfare le richieste del mercato, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista prestazionale.

Ci sono condizionatori portatili economici, di bassa fascia, che partono dai trecento euro, fino ad arrivare a quelli più performanti che superano i mille euro. Il prezzo medio si aggira intorno ai settecento euro, per modelli che possono soddisfare la maggior parte delle richieste.

Quali sono i modelli più affidabili?

Tra i modelli disponibili sul mercato, i più affidabili sono sicuramente i

Vastissima la scelta di condizionatori portatili che possiamo acquistare presso i centri Brico io

Questi brand offrono un ottimo compromesso tra le caratteristiche ottimali per un condizionatore portatile. La Klarestein è l’ideale per soluzioni ambienti non molto grandi. I modelli Trotec offrono sicuramente la migliore soluzione per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo.

Gli Argo si collocano invece stabilmente nella fascia media. Nella fascia alta invece si colloca il classico Pinguino DeLonghi, basato sul funzionamento aria/acqua con alte prestazioni a bassi consumi, e Olimpia Splendid che si incentra di più sulla compattezza, leggerezza e silenziosità. 

Detrazioni fiscali per condizionatori portatili 2019

Per l’acquisto dei condizionatori portatili, non necessariamente pompe di calore, poiché considerati elettrodomestici a tutti gli effetti, esistono delle detrazioni fiscali pari al 50%, solo se in fase di ristrutturazione edile è stato richiesta la detrazione fiscale, e solo se il condizionatore acquistato faccia parte della classe A+.

Le modalità di pagamento devono necessariamente essere sotto forma di bonifico oppure con carta di credito, ed è vitale conservare la ricevuta del pagamento ai fini della detrazione.

Dunque, si può affermare con certezza che l’acquisto di un condizionatore portatile è generalmente vantaggiosa. L’investimento vi permette di vivere in comfort, di avere un oggetto durevole nel tempo, adatto per le vostre abitazioni o uffici. Ad oggi sono la migliore soluzione per locali non eccessivamente grandi, rispetto ai condizionatori di ultima generazione fissi.

2 Commenti

  1. Ciao si interessante articolo, Mattia io mi sono trovata molto bene con questo sito condizionatoreportatile in cui sono spiegati nel dettaglio i climatizzatori. Ad esempio io ho optato per un raffrescatore. Spero di esservi stata utile.

     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here