Indice dei contenuti

 

Quando il cappotto esterno non è fattibile, o ci sono dispersioni energetiche limitate da risolvere, l’isolamento interno può essere il metodo risolutivo

Discordanze tra condomini o contesti architettonici particolari impediscono spesso di realizzare un cappotto esterno. Un isolamento interno non assicura la risoluzione di tutti i ponti termici, ma può dare risultati apprezzabili con una spesa decisamente più contenuta; in primis ci si deve occupare delle pareti perimetrali, ma può essere necessario intervenire anche sui solai o su pareti confinanti con vani scala per ottenere un ulteriore beneficio dal punto di vista termico e acustico

Operando in una casa abitata un disagio minimo è inevitabile, ma ci sono materiali e sistemi costruttivi che permettono pose rapide e ben poco invasive, con una perdita del volume fruibile del tutto trascurabile. D’altra parte le pareti perimetrali di una stanza sono una o due e l’isolamento termico interno comporta un aumento di spessore variabile da 4 a 8 cm, corrispondente a una perdita di circa 0,5 m2 in una stanza da 12 m2 con due pareti da isolare; la conseguenza positiva è che anche il volume da climatizzare diminuisce.

Si possono utilizzare sistemi di isolamento interno a secco tradizionali (orditure da riempire con materiale isolante e rivestire con lastre di cartongesso) oppure le pratiche lastre preaccoppiate con materiali isolanti che si incollano semplicemente alle pareti.

Posa su orditura metallica

La posa su orditura metallica risulta più pratica quando, contestualmente all’isolamento dall’interno, è prevista un’estensione o una ridistribuzione degli impianti, oltre a essere l’unica possibile se si devono isolare i soffitti. L’operazione è un po’ più invasiva in quanto le guide perimetrali di una controparete si tassellano a pavimento, a soffitto e alle due pareti laterali; i montanti si inseriscono in esse all’interasse prestabilito e vanno bloccati per punzonatura.

Nell’intercapedine generata dall’orditura si possono stendere i nuovi impianti, per poi inserire tra i montanti i materassini di materiale isolante, senza lasciare vuoti, e rivestire con le lastre di cartongesso nelle quali sono state aperte le sedi per portare all’esterno gli allacciamenti elettrici o idraulici.

Normalmente l’orditura ha uno spessore di 50 mm; rivestendola con lastre da 12,5 mm si ha uno spessore complessivo di circa 70 mm, tenendo conto della rasatura finale.

posa su orditura metallica

Nella posa dell’isolamento interno su orditura metallica, le viti vanno inserite lungo i bordi verticali del pannello e lungo la mezzeria dello stesso; per la posa incollata occorre spolverare la parete e pareggiare con malta le zone della superficie che presentano dislivelli superiori a 20 mm, quindi trattarla con un pimer di adesione specifico.

Le lastre si tagliano circa 1 cm in meno rispetto all’altezza effettiva della parete e mantenute di conseguenza distaccate dal pavimento con spessori, per evitare imbibizione in caso di lavaggio del pavimento; ad avvenuta presa della colla, gli spessori si eliminano e la fessura è occultata dal battiscopa.

Pannelli isolanti per interni

isolamento interno
Le Isolastre LM di Knauf per isolamento interno pareti sono costituite da una lastra di cartongesso da 9,5/12,5 mm accoppiata con lana minerale di spessore compreso tra 20 e 50 mm.
come isolare una parete interna
Il collante va steso a strisce parallele ai lati corti, alternando vuoti e pieni larghi circa 15 cm, per saturare l’isolante; sulle strisce lo si deposita poi a plotti.
isolante termico pareti interne
L’interasse tra i plotti dev’essere di circa 40 cm. Considerato che la colla aumenta molto il peso della lastra, è bene stenderla con la lastra già vicino al punto di posa.
isolamento interno
La consistenza del collante dev’essere tale da impedire ai plotti di staccarsi quando si solleva la lastra in verticale per premerla contro la parete.
cappotto termico interno
I plotti di colla formano uno spessore che mantiene l’isolante distanziato dalla parete; eventuali fuoriuscite laterali vanno rimosse prima di continuare la posa.
pannelli isolanti per interni
Ogni lastra deve risultare in piano e a piombo, per sé stessa e anche in continuità con quelle già posate; si verifica con una staggia a bolla.

Isolamento interno con cartongesso e schiuma

Il pannello sandwich Stiferite RP per isolamento interno è adatto sia alla posa incollata sia alla posa su orditura metallica, per pareti e soffitti; è disponibile in spessori complessivi da 33 a 153 mm.

Grazie alle eccellenti proprietà isolanti della schiuma polyiso, permette di raggiungere le prestazioni attese con uno spessore inferiore del 30-40% rispetto ad altri materiali isolanti.

isolamento interno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here