Tappeto di parquet

0
2902
tappeto di parquet
 

Legni pregiati, spesso frutto del recupero da vecchie installazioni, vengono utilizzati non solo per produrre doghe per parquet, ma anche per ottenere tappeti ed arazzi composti da tessere lignee

Che si tratti di posarlo su un pavimento di legno, di cotto, grès o resina, l’idea di un tappeto con disegni geometrici o arabescati composti da tessere di legno è accattivante e diventa preziosa se il materiale utilizzato ha già una storia alle spalle come protagonista in uno specifico impiego.

Questi tappeti, che possono essere posati sul pavimento o appesi alle pareti, nascono da tesserine di legno di rovere incollate su una tela resinata da esterni, ottenendo rotoli larghi 2-2,5 metri e lunghi fino a 40 metri, poi sezionati per ricavare i diversi formati. Le tessere hanno uno spessore di 4,2-5 mm e vengono sezionate a larghezze di 50×200 mm circa.

Attraverso procedimenti diversi, si ottengono tre tipi di decorazioni: stampato, decorato a telaio o pitturato. La stampa avviene con una speciale stampante a colori con decori a catalogo o su richiesta, quindi si tratta la superficie con una vernice all’acqua semilucida che dà al tappeto una resistenza simile al parquet. La decorazione a telaio obbliga a dimensioni prestabilite, ma possono essere variati i colori, che in questo caso risultano leggermente a rilievo e vengono successivamente protetti da vernici ad alta resistenza; la pittura viene invece eseguita a mano con colori e decori a piacimento del cliente e verniciatura finale.

Accanto a questa linea classica esiste una variante, la linea Legno DiVino, costituita da tessere ricavate da doghe di rovere recuperate da barrique dismesse, ancora impregnate dai residui di vino. La gamma si articola in tre tipologie, dove a fare la differenza è la parte della doga da cui sono prelevate le tessere: nel tappeto Barrique le tessere sono intagliate dall’esterno della doga e hanno forma leggermente arcuata; Cuore di Doga è formato da tessere quadrate ricavate dall’interno della doga che presentano una superficie rigata ad effetto sega; Mosto è invece formato da tessere intagliate dalla faccia interna, riconoscibili per il colore violaceo in varie sfumature conferito dal vino che le ha impregnate nel tempo. La gamma Legno DiVino si estende alla realizzazione di porte, tavoli, mobili, testate di letto e altri complementi d’arredo. Idee & Parquet

Nella foto a inizio articolo un esempio di tappeto Barrique, formato da piccole tessere quadrate intagliate nella faccia esterna della doga della botte; sotto un tappeto Mosto, composto da tessere intagliate dalla faccia interna delle doghe, rimasta a contatto con il vino per anni.

tappeto-mosto_particolare

Tappeto di parquet: soggetti e misure per tutti i gusti

tappeti-parquet

I tappeti decorati a stampa sono disponibili in 5 versioni: Stencil (1), Intreccio (2-3), Barocco (4) e Africa misurano 250×180 cm, c’è poi la versione Geometrie più piccola, 100×180 cm. Con il sistema decorato a stampa e con quello pitturato a mano sono però possibili formati e colorazioni a richiesta del cliente. Nelle 5 versioni decorate a telaio le dimensioni sono invece obbligate 250×180 cm per Dune e Damasco, 260×180 cm per Optical, 240×240 per Losanghe e 100×200 cm per Etnico.

I prezzi al pubblico dei singoli tappeti di questa gamma partono da circa euro 850 (decorati a stampa) fino a euro 2.650 (decorati a telaio); per la linea DiVino si parte da euro 480/mq.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here