Casa sull’albero | Progetto, tipologie e costi

0
750
casa sull'albero
 

La casa sull’albero è uno spazio abitabile sospeso da terra e ancorato a rami forti: un punto di vista nuovo e coinvolgente

Il concetto di “casa sull’albero” è qui rappresentato da un modulo prefabbricato di circa 14 mq, realizzato integralmente in legno, esclusi alcuni elementi complementari (finestre, copertura, giunzioni) per i quali si fa ricorso a materiali più idonei.

In realtà, il modulo non è sostenuto totalmente dall’albero, è ancorato a esso con cavi d’acciaio e poggia su pilastri che lo mantengono sollevato da terra.

Travi, pilastri, correntini, solai hanno le stesse caratteristiche di quelle di una villetta, con un dimensionamento proporzionale alla tipologia di struttura. Si tratta di una vera casa sull’albero: un’estensione dello spazio da vivere, durevole e affidabile; lo testimoniano le numerose installazioni che sono già state realizzate.

La casa sull’albero può essere uno spazio per i figli, un angolo in cui ritirarsi a leggere un libro o prendere il the, oppure una vera stanza completa di tutti i comfort da adibire a ufficio o stanza per gli ospiti, fruibile anche nei mesi invernali: quello che serve è un grande albero con un tronco di almeno 40 cm di diametro, in fase avanzata di crescita e ben radicato su un terreno compatto, così che i sistemi accessori di sospensione e ancoraggio risultino sicuri per le persone e non traumatici per la pianta.

casa sull'albero

Da un’altezza che non dev’essere inferiore a tre metri da terra, per conservare la piena fruibilità dello spazio sottostante, la percezione del mondo cambia e per molti adulti è la riscoperta di un rifugio che riconduce alle esperienze infantili, oggi da rivisitare per il proprio relax, per riappropriarsi del proprio tempo libero e vivere un’esperienza affascinante nella natura anche rimanendo a pochi metri dall’abitazione principale.

Dall’idea alla consegna

Il progetto di una casa sull’albero inizia con un sopralluogo per valutare le esigenze del cliente, la destinazione d’uso, le tipologie costruttive, i dettagli e, soprattutto, l’albero che dovrà ospitare la struttura, in quanto deve potersi comportare come un pilastro naturale, perciò essere sano, robusto e di buone dimensioni; la costruzione può anche reggersi su più alberi, con interconnessione tramite ponti o passatoie.

Se l’albero non basta da sé a reggere la struttura, questa viene integrata con veri e propri pali a terra fissati in vario modo. Si elabora un progetto di massima, poi condiviso con la committenza per definire i dettagli, quindi si passa alla costruzione dei semilavorati e della struttura nei laboratori. Sul posto viene realizzata la piattaforma di sostegno seguendo il metodo più idoneo (appoggi, puntoni, ancoraggi ecc) per poi passare al montaggio della struttura con impianti, accessori interni e finiture, fino alla consegna “chiavi in mano”. A distanza di un mese dalla consegna viene effettuato dai tecnici un controllo generale della costruzione.

Arredi e finiture di una casa sull’albero

Materiali, finiture, accessori variano a seconda dei sogni e dei mezzi di ciascuno: l’ambiente può essere pulito ed essenziale all’insegna del minimalismo, intergrando il legno con materiali quali ferro, acciaio e vetro; colorazioni naturali o sbiancate conferiscono alla casetta un aspetto più coloniale, ma si può anche contare sull’aspetto grezzo del legno per esaltare l’artigianalità e favorire un’integrazione ancor più naturale con il paesaggio.

Gli arredi possono essere scelti a parte o richiesti all’azienda stessa, in grado di reperire gli oggetti di design desiderati o di realizzare direttamente i complementi nei propri laboratori.

Lo stesso tetto viene definito in base alle esigenze: semplice e senza coibentazione oppure isolato e ventilato, con travatura interna a vista o con rivestimento rasato e verniciato, esterno con coperture bituminose, metalli o legno. Ogni soluzione è unica, la fornitura può richiedere dalle 6 settimane a qualche mese, in base alla complessità; si può avere un’estensione di garanzia a 10 anni.

Illuminazione e servizi

L’illuminazione interna è realizzata con un sistema a led a bassa tensione, ad alta resa di lumen con varie temperature di colore per ottenere diverse rese cromatiche; tuttavia, è opportuno prevedere una buona esposizione del tetto alla luce solare.

Le strutture possono essere collegate all’impianto elettrico dell’abitazione principale, ma si possono utilizzare anche generatori di corrente fotovoltaici studiati appositamente per garantire una sufficiente riserva energetica che renda indipendente la costruzione.

È prevista anche la dotazione di un impianto idraulico, con acqua fredda o riscaldata, per doccia o lavabi, con caldaie istantanee o con serbatoi di accumulo.

Alla struttura si accede tramite scale a una o due rampe o a chiocciola, oppure per via indiretta tramite ponti tibetani o passatoie; per casette da gioco sono previsti sistemi di arrampicata, carrucole di discesa, pertiche, corde o altri sistemi.

Un vero loft sospeso

Living Light è un versatile modulo base di circa 14 mq attrezzabile in vario modo, progettato con materiali naturali: la struttura e i materiali esterni sono di lamellare e tavole di massello d’abete, la pavimentazione è di massello di larice. Il tetto con lucernario ospita una copertura verde, mentre la parete esterna frangisole prevede una finitura con rampicanti prevegetati, una sorta di seconda pelle che evita l’irraggiamento diretto. L’impianto elettrico prevede una tecnologia domotica gestibile anche in remoto da tablet.

Il concetto architettonico è di Stefano Mengoli, architetto paesaggista presidente di ONVUS (Osservatorio Nazionale Verde Urbano e Storico), mentre Paolo Rattaro, architetto partner di Sullalbero, ha progettato gli interni e l’aspetto domotico della costruzione.

Quanto costa una casa sull’albero?

Il prezzo base del modulo è di 900 euro/mq, il completamento con impianti, coibentazione e accessori fa lievitare il prezzo a non meno di 1.400 euro/mq.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here