Hanno un’anima d’acciaio, dispositivi meccanici ed elettronici sofisticati, ma le porte blindate Alias sono rivestite con finiture di alto pregio tanto sul lato esterno quanto su quello interno

Le porte blindate del passato si presentavano imponenti, quasi minacciose nei confronti di potenziali ladri, piuttosto pesanti da manovrare; oggi sono eleganti, discrete, quasi “leggere” rispetto all’elevato livello di sicurezza raggiunto. Dal lato interno, possono rendersi quasi invisibili o arricchire le pareti facendo risaltare la loro presenza grazie a finiture esclusive di vario genere.

Installare una porta blindata all’ingresso è la prima operazione che si compie nel tentativo di difendere la casa dai malintenzionati; nonostante a prima vista possa sembrare una porta “normale”,  sotto il rivestimento nasconde una struttura di acciaio con diversi rinforzi e una serratura sofisticata che aziona in modo fluido vari punti di ancoraggio alla muratura. Le opzioni sono tante, perciò occorre approfondire l’argomento per effettuare la scelta più consona al contesto da difendere.

Prima di tutto bisogna valutare se la muratura circostante garantisce una solidità adeguata al fissaggio del telaio, tramite zanche d’acciaio che penetrino nel muro per 10-15 centimetri: porta e muratura devono formare una barriera unica (anche dal punto di vista termoacustico), perciò potrebbe rivelarsi necessario rinforzare l’apertura con reti elettrosaldate o consolidanti a iniezione a seconda della natura della parete.

La porta blindata è un serramento pedonale dalle eccellenti proprietà antiscasso.

Una porta resistente inserita in una muratura debole non ha senso, ma lo stesso vale per la serratura, se può essere manomessa con relativa facilità. Come le porte, i cilindri e le serrature devono essere certificati antieffrazione (o quanto meno dichiarati conformi alla suddetta norma) e disporre di dispositivi antitrapano, antistrappo, antimanipolazione in funzione della classe cui appartiene la porta.

I ladri ormai utilizzano sistemi che raramente contemplano lo “scasso”, bensì aprono le porte inserendo un particolare attrezzo nella fessura della porta e colpendolo con un oggetto rigido (key bumping): se i pistoncini scivolano oltre la linea di apertura, la serratura scatta e la porta si apre. Molte porte blindate non recenti possono essere ancora attuali quanto a resistenza, ma avere una serratura non più all’altezza: in questi casi è possibile sostituire soltanto questa con una a cilindro europeo certificato antibumping.

Non va dimenticato che, al momento dell’acquisto o al termine dell’installazione, insieme alla porta devono essere consegnate tutte le certificazioni che la riguardano e la rispondenza alle normative.

Ci sono diversi buoni motivi, oltre alla sicurezza, per installare una porta blindata di comprovata efficacia: tra questi, la possibilità di detrarre dall’Irpef il 50% della spesa suddiviso in 10 rate annuali, l’applicazione dell’IVA al 10% su una parte della spesa, l’aumento del valore della casa stimabile nel 5% e, se si ha una polizza assicurativa sulla casa, la possibilità di chiedere una riduzione del premio.

Rasomuro semplice o con estensioni

L’installazione della porta blindata rasomuro Wing Wall è semplificata dal controtelaio studiato appositamente per questa soluzione, intorno alla quale si sviluppa a richiesta, una gamma di proposte per un’integrazione ancor più completa nella struttura edilizia della casa: Wing Ali, Wing Boiserie e Wing Store.

Le porte montano un innovativo sistema di chiusura: dall’interno è possibile estrarre o retrarre le mandate con un gesto semplicissimo senza l’utilizzo di chiavi o pomoli aggiuntivi.

È sufficiente sollevare la maniglia per chiudere in sicurezza e abbassarla per aprire, la maniglia torna sempre in posizione orizzontale. Classe antieffrazione 3, isolamento termico 1,0 W/m2K e abbattimento acustico 36 dB, a richiesta incrementabile fino a 40 dB. 

Com’è fatta una porta blindata?

Il controtelaio che viene fissato alla muratura tramite zanche o tasselli chimici è realizzato in acciaio pressopiegato, come pure il telaio della porta che viene avvitato a esso. Quest’ultimo riveste un ruolo importantissimo, in quanto è l’elemento che unisce l’anta al controtelaio in modo che il tutto risulti compatto e solidale.

L’anta è collegata al telaio tramite robuste cerniere e, sul lato opposto a esse, c’è la serratura, che aziona una serie di catenacci in acciaio e blocca la porta in diversi punti (lato di apertura, architrave e pavimento), inserendosi in fori predisposti nel telaio; in alcuni casi la porta adotta anche rostri fissi dal lato delle cerniere.

Il meccanismo è azionato dal cilindro, che deve essere concepito per mettere in difficoltà i malintenzionati: a nulla varrebbe la struttura della porta se questo piccolo elemento non fosse complesso e difficilmente violabile. Per questo è protetto dal defender, una borchia di acciaio temprato vincolata al cilindro con viti passanti.

La blindata con le ali “intelligenti” mobili o fisse

La porta Wing è la prima porta blindata rasomuro che trasforma un elemento funzionale in un arricchimento interno dove la soglia non è un limite, ma un’occasione per esaltare la qualità di un progetto e la bellezza degli interni.

Nella versione Wing Ali il portoncino blindato si veste di semplicità ed eleganza, integrandosi con l’ambiente domestico. Ai due lati della porta, due ali apribili racchiudono al loro interno un vano attrezzato per ospitare ombrelli, chiavi accessori. La versione con le ali fisse, invece, rappresenta una piattaforma ideale per nascondere un ambiente tecnico, quindi interruttori, citofoni, quadro elettrico ecc.

Blindata interna per dormire sonni tranquilli

Una porta antieffrazione pensata appositamente a difesa degli ambienti interni, in particolare per gli studi professionali e per le camere da letto; Dream è rivestibile con tutte le tipologie di materiali e può così assumere, con discrezione ed eleganza, le sembianze di una normale porta per interni, ma in grado di garantire sicurezza e privacy con un isolamento acustico pressoché doppio (33 dB certificati).

Disponibile anche nella versione rasomuro, si inserisce in qualsiasi contesto abitativo/lavorativo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here