Indice dei contenuti

 

La cappa aspirante ha il compito di eliminare i fumi odorosi e grassi prodotti dalla cottura ed i gas di combustione; lo stesso vapore che si forma in cucina porterebbe a formazioni di condensa nelle zone più fredde

La soluzione ottimale per l’installazione di una cappa aspirante è quella che prevede di convogliare i fumi in una canna fumaria adibita soltanto a quest’uso, il cui andamento dev’essere verticale, senza strozzature, e che va isolata per evitare fenomeni di condensa.

Anche da spenta, per effetto camino, la cappa cucina tende a sottrarre aria calda dal locale; oppure può permettere l’ingresso di aria fredda dall’esterno in presenza di depressioni interne o correnti d’aria.

Per questo motivo alcuni modelli di cappe aspiranti adottano valvole di ritegno che a motore spento si chiudono evitando la possibilità di flussi d’aria dall’interno all’esterno o viceversa.

A seconda della tipologia di cucina scelta, la cappa può essere a parete, collocata sottopensile, ad isola o da piano; in quest’ultimo caso l’aspirazione avviene attraverso un’alzatina fessurata che si erge dietro i fornelli, entro cui è sistemato il meccanismo di raccolta dei fumi senza ingombri a parete o sovrastanti il piano cottura.

È bene ricordare che non esiste una cappa aspirante senza canna fumaria

Cappa aspirante a ciclo aperto

Nei modelli a ciclo aperto l’aria viene espulsa all’esterno (o in una canna fumaria dedicata) dopo essere stata prefiltrata, operazione comunque necessaria per mantenere pulito il motore della ventola. Se il filtro s’intasa di grassi, i fumi caldi possono provocare incendi, per cui va periodicamente lavato o sostituito.

Cappa a ciclo chiuso

Il sistema a ciclo chiuso ricicla i vapori di cucina: dopo essere stati prefiltrati la cappa li aspira attraverso un filtro a carboni attivi che elimina gli odori sgradevoli, quindi vengono reimmessi nell’ambiente attraverso una griglia posta frontalmente nella parte alta della cappa. Anche qui la manutenzione dei filtri è fondamentale.

Il rilevatore di gas

Le moderne cucine a gas ed i piani cottura sono ormai quasi tutti provvisti di controllo della fiamma, un dispositivo che interrompe l’afflusso di gas al fornello in caso di spegnimento accidentale. Tuttavia, per maggior tranquillità, si può installare un rilevatore: questo kit (Gas Control G100 metano – G200 GPL) è composto da un rilevatore di gas metano/GPL, già programmato, che segnala la fuoriuscita di gas tramite buzzer e, via radio, ad una presa con buzzer interno e led luminoso. Il rilevatore comanda l’elettrovalvola normalmente aperta, alimentata direttamente dal sensore gas. Attacco valvola 3/4 di pollice. Teleco Automation

Ricambio d’aria silenzioso

Open Sil-block® è un sistema brevettato per l’isolamento acustico dei fori di ventilazione obbligatori nelle cucine, si installa e si sostituisce in un attimo e nelle ristrutturazioni consente l’adeguamento del foro di ventilazione alle norme acustiche senza opere murarie. Due testate fonoisolanti bloccano il rumore nelle basse frequenze ed il corpo centrale è fonoassorbente. Silte

I più piccoli dispositivi per aerazione silenziata in 4 modelli: per fori di ventilazione, per cappe aspiranti con uscita a parete e per condotti di aspirazione per bagni. Facilità di pulizia, possibilità di montaggio orizzontale o verticale; la confezione comprende Rumor Block, rete portaintonaco in fibra di vetro, 3 griglie con separatore di flusso, un tubo di prolunga componibile ø 125 mm. Dany System

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here