Indice dei contenuti

 

La pericolosità delle coperture in cemento amianto di vecchia concezione, come l’Eternit, consiglia di procedere allo smaltimento amianto e alla sostituzione con altri materiali. Ecco cosa bisogna sapere

Perché si parla spesso di smaltimento amianto? Semplice… perché risulta ancora estremamente ampia la presenza in Italia di canne fumarie, tubi, cisterne, lastre piane e ondulate, pannelli di rivestimento in cemento-amianto, usualmente conosciuto con il suo nome commerciale: Eternit (e non Ethernit come spesso si legge).

  • Nonostante questo prodotto sia stato messo al bando in Italia, con l’entrata in vigore della Legge n°257/1992 (”Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto”), siamo ancora molto lontani da aver raggiunto un livello accettabilmente basso della sua presenza.
  • Il pericolo rappresentato dall’Eternit, come ormai ben noto, è la dispersione nell’aria di fibre di amianto che se inalate, possono provocare malattie molto gravi (es. mesotelioma).

Smaltimento amianto costi

Le procedure e i metodi per lo smaltimento amianto si aggirano intorno ai 25 euro al metro quadro che scendono per le grandi superfici. a certe condizioni è anche ammesso il fai da te.

In linea di massima per il costo smaltimento eternit, è valida la seguente tabella:

  • 50 mᒾ 20 – 25 €
  • 100 mᒾ 15 – 20 €
  • 200 mᒾ 10 – 16 €
  • 500 mᒾ 10 – 12 €

Il costo smaltimento Eternit dipende da numerosi fattori quali la tipologia del manufatto in Eternit (lastre, tubi, vasche, pannelli, ecc), il loro posizionamento, la più o meno agevole fruibilità dell’area circostante, lo stato di conservazione ecc.

Questi fattori possono far variare anche di molto il costo da sostenere. In termini generali si può prevedere un costo che va dai 20 ai 25 euro/mq per coperture di dimensioni inferiori ai 100 mq che possono scendere progressivamente fino ai 10 euro/mq per superfici superiori ai 500 mq in quanto per lo smaltimento eternit, i costi fissi rimangono inalterati.

Valutazione del rischio amianto

La pericolosità di questo materiale è direttamente connessa al suo stato di conservazione e dipende dall’eventualità che siano rilasciate fibre nell’ambiente e che queste possano essere respirate.

  • L’elemento principale da considerare è la friabilità di quei manufatti che possono essere sbriciolati con la semplice pressione delle dita, in questo caso lo smaltimento amianto è da fare il prima possibile.
  • Questi possono liberare fibre spontaneamente e possono essere facilmente danneggiati durante interventi di manutenzione, se sono in aree facilmente accessibili.
  • È fondamentale, a questo proposito, la valutazione del rischio amianto da parte di un tecnico specializzato.

La “semplice” bonifica amianto

Nel caso in cui il tecnico specializzato rilevi che la situazione non è particolarmente compromessa in quanto il materiale in cemento amianto non è deteriorato e quindi non rappresenta un pericolo imminente per la salute, si può optare per una bonifica piuttosto che una rimozione amianto, che preserva la struttura in amianto.

La bonifica consiste nell’applicazione di un liquido protettivo penetrante amianto e coprente (incapsulamento), che crea una pellicola sulla superficie del cemento-amianto, il quale rimane in opera senza altri interventi.

Costo bonifica amianto

Il costo indicativo della bonifica amianto per incapsulamento è di 15 euro/mq.

Lo smaltimento Eternit

Per rimuovere Eternit, in presenza di strutture deteriorate è, invece, necessario attivare la procedura di smaltimento amianto. Si tratta di una procedura più complessa che deve essere necessariamente affidata a ditte specializzate e iscritte all’Albo dei Gestori Ambientali.

Come attivare lo smaltimento amianto

La rimozione dell’amianto prevede diversi passaggi:

  • Verifica e valutazione del cemento amianto da togliere.
  • Trattamento dei prodotti in cemento amianto con particolari sostanze coprenti che ne sigillano la superficie in modo che il successivo intervento di rimozione minimizzi la dispersione nell’aria di fibre d’amianto.
  • Smontaggio e asportazione del prodotto che viene realizzata senza tagliare lastre, tubi, pannelli, senza spezzarli o frantumarli.
  • Impacchettamento e sigillatura del cemento amianto asportato.
  • Trasferimento nella opportuna unità di smaltimento.

Smaltimento amianto normativa

La normativa dello smaltimento dell’Eternit è molto precisa e prevede anche diverse incombenze burocratiche da assolvere con rigore e attenzione, a partire dalla comunicazione al comune e all’ASL di riferimento della attività di rimozione o bonifica del cemento amianto.

Le aziende specializzate sono in grado di guidare e collaborare con il privato per l’espletamento di tutte queste pratiche.

A fronte di una regola generale valida su tutto il territorio nazionale, le diverse Regioni hanno emanato, nel tempo, varie altre norme per cui è necessario, qualora si intenda attivare una bonifica amianto, fare riferimento a queste, che possono variare da Regione a Regione.

Rimozione Eternit: gli incentivi 2018

Per il 2018 chi affronta i costi di smaltimento di coperture in Eternit può accedere all’ECOBONUS 65% (smaltimento amianto agevolazioni fiscali) che si ottiene con la sostituzione delle strutture contenenti cemento amianto con pannelli fotovoltaici in quanto si tratta di un intervento di riqualificazione energetica.

• In alternativa si può accedere al BONUS 50% che copre gli interventi che consistono nella rimozione e bonifica amianto ovvero: smantellamento, incapsulamento e smaltimento amianto.

Per il 2019 non sono ancora stati confermati i bonus per lo smaltimento eternit, ma si prevede che lo saranno.

Rimozione cemento amianto fai da te

La rimozione (ma non lo smaltimento) di prodotti in cemento amianto è consentita anche al privato ad alcune condizioni che sono variabili da Regione a Regione.

In alcune regioni è consentito al privato di procedere autonomamente alla rimozione di coperture di piccola estensione (in genere non oltre ai 50 mq), oppure pochi metri di tubazioni, una o due cisterne e così via. Sono previste limitazioni a tale rimozione autonoma in funzione di vari fattori quali: lo stato del materiale, il loro posizionamento ecc.

Naturalmente tale rimozione dell’Eternit dovrà essere richiesta e concordata con le Autorità competenti e svolta con le medesime tecniche indicate sopra: trattamento superfici con liquidi sigillanti, rimozione senza rotture o tagli, rimessaggio e impacchettamento adeguato.

Oltre a tale attività il privato non può spingersi e quindi lo smaltimento amianto deve essere affidato a una ditta specializzata con relative spese ed impegni burocratici.

Le principali aziende che effettuano smaltimento amianto

  • AssaGroup
  • Beca Coperture
  • Fiammengo Federico
  • F.lli Giorgi 

Link utili

Ecco di seguito alcuni link utili da consultare per lo smaltimento eternit nelle principali città italiane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here