Vespaio aerato | Come si installa e perché è importante

vespaio aerato
vespaio aerato
 

Il vespaio aerato è una struttura portante con il compito di formare una camera d’aria che separi l’edificio dal terreno e permetta di smaltire l’umidità, evitando che i muri assorbano l’acqua del sottosuolo

Perché risulta utile installare un vespaio aerato (spesso chiamato anche igloo per pavimenti)? La risposta è semplice: perché la base di una costruzione non può essere posta a diretto contatto con il terreno ma occorre uno strato di separazione all’interno del quale l’aria possa circolare, con un ingresso e un’uscita per garantire un continuo ricambio.

Senza l’installazione di un vespaio aerato che crea un “vuoto sanitario”, la struttura edile si comporterebbe come una spugna, assorbendo per capillarità l’umidità contenuta nel terreno; lo facevano già gli antichi Romani, rialzando il piano di calpestio tramite muretti sotterranei o contenitori di terracotta.

Come si realizza un vespaio aerato

Ai giorni nostri, per ottemperare a questa necessità, esistono sistemi ben diversi: quello più utilizzato si basa su casseri a perdere (molto conosciuto il modello granchio) in materiale plastico riciclato che, seppur esistano di diverse dimensioni e altezze, hanno una forma che ricorda quella di un tavolino.

igloo edilizia
igloo edilizia

Si posano su sottofondi di calcestruzzo magro e sono provvisti di incastri che permettono di ottenere una superficie compatta e autoportante su cui gettare la soletta; gli igloo possono essere utilizzati anche nelle ristrutturazioni di locali a piano terra, realizzando il ribassamento necessario all’installazione del solaio igloo.

La forma a cupola di questi moduli non è una scelta casuale, in un certo qual modo trae spunto dai soffitti a volte: lavora quasi completamente a compressione ed è quasi esente da flessione, il che consente alla struttura del vespaio aerato di sopportare carichi elevati.

[amazon_link asins=’B01CO1P6GK,B01CO1P7FU,B01CO1P5J8,B01CO1P8BI’ template=’ProductCarousel’ store=’rifarecasa-21′ marketplace=’IT’ link_id=’67d2d88c-2d1e-11e8-8eab-d96813ad8dfa’]

Nell’intercapedine che si ottiene possono correre tubazioni e impianti; per smaltire al meglio l’umidità, le bocchette di aerazione devono essere predisposte con criteri precisi, non casualmente: è preferibile installarle sui lati nord e sud, le prime più in basso rispetto alle seconde per favorire l’effetto camino e garantire una buona circolazione dell’aria.

In questo modo, nei mesi invernali nel vespaio aerato entra aria fredda che, trovando una temperatura sensibilmente superiore,  viene indotta a uscire per effetto camino e smaltire l’umidità; in estate questo processo può richiedere più tempo, ma l’aria all’interno è un po’ più secca.

A questo sistema sono dedicati diversi accessori: mezzi casseri, pannelli di chiusura, clip di bloccaggio che permettono la totale copertura di qualsiasi superficie con una riduzione dei tempi di manodopera fino all’80%.

Igloo vespaio per contrastare il gas Radon, un pericolo invisibile

gas radon

Il gas Radon è un gas inerte derivante dal decadimento dell’uranio e perciò radioattivo e pericoloso. Tuttavia, disperdendosi in atmosfera, non raggiunge mai livelli importanti, come invece può succedere se ristagna in luoghi chiusi e la sua concentrazione aumenta, fino a diventare altamente cancerogeno.

Il radon è presente ovunque nella crosta terrestre, in concentrazioni differenti da zona a zona; la sua presenza è inavvertibile, ma basta che gli ambienti vengano aerati quotidianamente per neutralizzarlo. Ovviamente il vespaio aerato svolge un’importante funzione anche in questo senso, impedendo che il dannoso gas risalga negli spazi abitativi.

11 Commenti

  1. il vespaio areato deve essere posizionato sopra un terreno con una certa resistenza a compressione. Ideale a mio parere posizionarlo sopra uno strato di ghiaia o ciottoli per garantire un piano di appoggio più stabile e omogeneo.

     
  2. i casseri a perdere sono disposti sopra il magrone, ma presentano degli innesti o è sufficiente accostarli l’ uno all’ altro ?

     
    • Buongiorno Gianluca,

      Come anche specificato nel testo i casseri sono uniti tra loro tramite innesti ad incastro.

      Cordiali saluti.

       
  3. Ho una cantina di 14 mq volevo realizzare un vespaio areato, lunga 7mt. X mt.2,05 non vorrei alzarmi più di 13 cm. Totali, cosa mi consigliate, tutto nasce da problemi di risalita specie in giugno.
    Premetto che la base e in calce struzzo e poi mattonato con gres, come proceder
    Grazie Evangelista Oscar

     
  4. Salve, vorrei dare qualche linea guida a chiunque È interessato a ristrutturare con vespaio areato. Perché funzioni bene il vespaio areato deve avere almeno casseri h.15. E bocchette a nord basse e a sud più alte. Se rispettate questi semplici parametri il tiraggio è garantito! Esperienza personale.

     
  5. buonasera dovrei isolare un un locale di mt.5 x 3 x 2.70 H circa a piano terra con due lati esterni a nord ovest
    , areato da una finestra. Attualmente il rivestimento è in ceramica e presenta una scala che raggiunge il primo piano con un’alzata di cm.15 del primo gradino ; si potrebbe incorporare il gradino livellando il pavimento ? di quanto si ridurrebbe l’altezza e il costo ? e come si potrebbe riscaldare ?

    grazie

     
    • Buongiorno Laura,

      L’intervento è fattibile, ma bisogna valutare alcune cose. Inoltre, come riscaldarlo dipende dalla destinazione d’uso del locale.
      Rialzando il pavimento di 15 cm per incorporare il gradino si può installare un riscaldamento a pavimento, elettrico o idraulico a seconda di come è già riscaldata la casa; ovviamente bisognerà intervenire sulle porte e bisogna capire come raccordare il locale con eventuali altri adiacenti. Avendo il locale un’altezza di 270 cm, occorre verificare che la riduzione di altezza non interferisca con l’abitabilità, perciò si informi presso l’ufficio tecnico del suo comune.

      Cordiali saluti.

       
  6. A casa già costruita e con vespaio creato con predalles, e cappotto esterno, è possibile realizzare ulteriori prese di aria per il vespaio, magari con carotatrice, per avere una maggiore areazione? Inoltre su una bivilla di 240 metri totali circa, quante prese d’aria sarebbe necessario apporre?

     
    • Buongiorno Paolo,

      Se a suo tempo il sistema di aerazione e i relativi fori sono stati realizzati in posizioni adeguate a generare una circolazione d’aria è inutile praticarne altri. Se la circolazione d’aria appare insufficiente, i provvedimenti vanno valutati sul posto da professionisti competenti.

      Cordiali saluti.

       
  7. Salve sono terrorizato volevo chiedere un parere 3 anni fa ho lavorato x 4 mesi tutti i week end per 8 ore circa in un seminterrato con solo una piccola apertura dentro al palazzo x circolo aria con grata e poi le scale con porta aperta al piano di sopra non c era areatore o riscameamejti ero al pc e accendevo il caldobagno era appena stato ristrutturato purtroppo era in tufo la base io nn sapevo del radon feci ricerca sul tufo ma mi fermai a Wikipedia cmq è stata costruita sotto pavimento una camera d aria di un metro con vespaio nella parete mapelastic e no guaina purtroppo che ho letto x il radon….poi isolamento termico con polistirene e cartongesso parete…ho letto cose che mi hanno devastato dite che é tanto grave come credo la situazione?….era umida ma ignorantemente accendevo caldobagno e stavo caldo….ho letto del cancro ho chiesto come erano stati fatti i lavori ed ho saputo questo…

     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here