Indice dei contenuti

 

I rivestimenti in pietra per interni sono sempre più diffusi e attraggono l’attenzione di un ampio pubblico. Valutiamone le caratteristiche, i pregi e i costi di applicazione

Parlare di rivestimenti in pietra per interni non è propriamente facile, in quando le soluzioni offerte sono vastissime dato che la pietra, come materiale di rivestimento degli interni, è in grado di offrire spettacolari soluzioni estetiche. Le moderne lavorazioni della pietra ci mettono a disposizione prodotti naturali o artificiali di grande impatto visivo per realizzare pareti in pietra per interni ed esterni.

Le pietre naturali

I tipi di pietre naturali per i rivestimenti in pietra per interni sono numerosi quanto la morfologia delle zone da cui vengono ricavate. Dal classico marmo, al travertino, dalla lavagna alla luserna, dal granito al serizzo ecc, alla pietra leccese, in una tavolozza di colori, trame, fiammature, praticamente infinita.

Le forme reperibili sul mercato per le pareti in pietra sono altrettanto varie: si va dalla pezzatura sfusa di varia dimensione, alle lastre di vari metri quadrati.

Le lavorazioni effettuate in cava o in fabbrica per i rivestimenti pietre forniscono elementi di forma irregolare o squadrata, a spigoli vivi o smussati, superfici lisce o ruvide con facce piane o irregolari, variamente molate, spaccate, in una varietà talmente ampia che risulta difficile orientarsi se non si è esperti del settore.

cava di marmo
Operaio al lavoro in una cava di pietra

Alcuni tipi di pietre sono anche trattate chimicamente per far loro assume una particolare estetica sia in termini di colore e tonalità sia in termini di lucentezza, levigatezza e “profondità” visiva, soprattutto in quelle pietre riccamente dotate di venature o che inglobano vari altri minerali.

Per una maggiore rapidità di posa sono anche prodotti particolari elementi a pannello che supportano già preassemblato, il rivestimento in pietra. Queste particolari “tessere” per la parete in pietra sono sagomate, lungo i bordi, in modo tale da poter essere posate una dopo l’altra incastrandosi alla perfezione. Al termine del rivestimento è impossibile distinguere i perimetri delle singole tessere.

Sempre grazie alle lavorazioni meccaniche, ormai a controllo digitale, vengono prodotti rivestimenti in pietra per interni  estremamente sottili (2 cm) la cui applicazione a parete non provoca particolari problemi agli infissi, alle prese elettriche e ad ogni elemento architettonico già presente, se non in misura molto ridotta.

Con rivestimenti in pietra si arricchiscono pareti interne, generalmente singole o a coppie: più raramente il rivestimento viene applicato su tutte le pareti di un locale.

Si creano, in questo modo, elegantissimi centri di interesse visivo, che possono inglobare e valorizzare vari elementi architettonici, circondare caminetti, nicchie, seguire il percorso delle scale, rivestire colonne, suddividere gli open space in zone di diverso utilizzo e molto altro.

Rivestimenti in pietra per interni

La tecnica di posa dei rivestimenti in pietra è varia quanto la varietà delle pietre stesse. In funzione della forma e dello sviluppo geometrico dei singoli elementi si possono realizzare fughe ampie o sottili, oppure eliminarle del tutto per avere una parete tutta di pietra, alternare aree a posa con fughe e aree senza, impostare fasce senza fughe separate da superfici lisce in una infinità di soluzioni creative.

Con le pietre per interni si realizzano pareti tipo opus incertum o con posa all’italiana o con regolarità geometrica, nonché pareti perfettamente piane e lisce in cui campeggiano grandi venature colorate.

L’abilità e l’esperienza del posatore sono fondamentali: un errore in cui non si deve cadere è proprio quello di risparmiare sul costo della posa perché anche se la tecnologia ci mette a disposizione prodotti di facilissimo impiego, la manualità e l’esperienza di chi esegue il lavoro è insostituibile.

Pietra ricostruita

La ricerca tecnologica della lavorazione della pietra è arrivata a un punto tale di avanzamento che si è in grado di realizzare prodotti che non sono in pietra naturale (ma dei veri e propri pannelli finta pietra), ma ne riproducono con tale realismo le caratteristiche estetiche e qualitative da risultare praticamente indistinguibili dal prodotto naturale: si tratta della pietra ricostruita (o ricostituita).

Si tratta di particolari miscele di cemento Portland, inerti leggeri e colori a base di ossidi minerali che vengono colate in appositi stampi dove induriscono, assumendo l’aspetto di vari tipi di pietra, a seconda delle mescole utilizzate.

La pietra ricostruita viene prodotta in un’amplissima gamma di dimensioni, forme, colori, textures con un procedimento che conferisce al prodotto un incredibile realismo.

Le pietre ricostituite per il rivestimento pietra sono proposte in pezzature varie, il loro peso si aggira intorno ai 50-80 kg/mq contro i 500-700 kg /mq della pietra naturale. Gli spessori standard vanno da 3 ai 7-8 cm.

Anche con la pietra ricostruita vengono prodotti pannellature già dotate di rivestimento che permettono un’esecuzione molto rapida del lavoro. Sono reperibili pannelli piani per pareti e pannelli angolari per gli spigoli di pareti concorrenti, traverse, pilastri ecc.

Pietra sinterizzata

Un’ulteriore evoluzione nella realizzazione di pietre ricostruite è rappresentata da un particolare processo di lavorazione: la sinterizzazione.

Si utilizza una particolare miscela di feldspato, argille, silicio e ossidi minerali, che viene sottoposta a una pressione altissima e a una temperatura di 1200 °C.

Si ottengono, in questo modo, lastre di “pietra”eccezionalmente liscia, resistente ai graffi, con una porosità prossima allo zero, quindi con un grado assorbimento praticamente inesistente. Con queste lastre si realizzano rivestimenti di alto pregio in interni e per rivestimenti in pietra per esterni, ma anche finiture di mobili, tavoli, cucine.

I formati possono essere i più diversi: da 60×30 cm a fino a 150×200 cm e oltre. Il grande punto di forza, però, sono gli spessori ridotti: 3 mm (lastre per il rivestimento di mobili e i rivestimenti interni), 6 mm (per i pavimenti e i rivestimenti esterni), 12 mm per le applicazioni più moderne, come i piani della cucina.

Rivestimenti in pietra per interni prezzi

Data l’enorme varietà dei tipi e delle tecniche di posa dei Rivestimenti in pietra per interni i prezzi sono estremamente diversificati: si può andare da poche decine di euro al metro quadro a centinaia di euro al mq.

Rivestimenti in pietra: la grande tradizione italiana

L’Italia è un paese dagli infiniti tipi di pietra con cui, da almeno tre millenni, si realizzano costruzioni, lastricati, colonne, ponti, rivestimenti e tanto altro.

Nei secoli più recenti la pietra, intesa come materiale da “costruzione” portante ha progressivamente lasciato il passo al cemento e poi al cemento armato, per diventare, più specificatamente, un elemento da rivestimento di interni ed esterni.

Naturalmente, nel nostro Paese, le costruzioni in pietra dei nostri antenati sono ancora presenti e punteggiano la penisola con la loro bellezza e la loro storia e caratterizzano i vari territori con le pietre locali in coerenza con la struttura geologica della zona.

Dopo i primi decenni del dopoguerra sommersi dal cemento, la pietra è ricomparsa nelle finiture di esterni e interni, con grande autorità. Oggi, finalmente, ha ripreso il suo posto e sta continuamente aumentando la propria presenza.

Questo ritorno è stato (ed è attualmente) favorito da una grande evoluzione tecnologica che ha coinvolto la produzione e la lavorazione dei materiali lapidei. Oggi sono disponibili sul mercato prodotti di eccezionale qualità e di tipologia molto varia.

Taglio in lastre di un grosso blocco di pietra

Con questi nuovi prodotti si possono realizzare rivestimenti interni di grande eleganza, buona rapidità di posa ed eccezionale durabilità.

Produttori rivestimenti in pietra naturale

Produttori rivestimenti in pietra ricostruita•

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here