Indice dei contenuti

 

La classiche tende con mantovana si sono evolute e diversificate in tipologie estremamente variegate. Vediamo più da vicino questi eleganti accessori che sono in grado di arricchire esteticamente un ambiente e modificarne la percezione di forma e dimensione

Dalla sua nascita, nel ’700, le tende con mantovana hanno fatto molti progressi e sono oggi un complemento, quasi irrinunciabile, che arricchisce tende di vario tipo, soprattutto se di una certa estensione.

Il compito originario della mantovana era quello di nascondere ed ingentilire gli elementi di collegamento delle tende dei baldacchini da letto. Si trattava, ovviamente, di elementi decorativi riservati ai ricchi in un periodo in cui le ville signorili erano distanti anni luce dalle case popolari.

Oggi per mantovana si intende un accessorio della tenda, collocato nella parte superiore di questa, che ha in primis lo scopo di nascondere il cassettone della tapparella (quando c’è) oppure il sistema di scorrimento della tenda stessa, che sia a bastone, o a binario.

In seconda istanza la mantovana diventa essa stessa elemento d’arredo in quanto arricchisce e valorizza la tenda, sia ampliandone la dimensione sia creando un raccordo coordinato tra la tenda e gli altri elementi inseriti nell’ambiente.

Nelle mantovane moderne, poi, la mantovana, a volte, prende il posto della tenda stessa, diventando un puro elemento di arricchimento estetico, prescindendo dalla sua funzione originaria. Si parla infatti di tende con mantovana moderna.

tende con mantovana
mantovana tenda

Tende con mantovana di sostegno

Seppure, come si è detto, oggi la mantovana può uscire largamente dal suo ruolo, rimane il fatto che il modello standard rimane il più largamente diffuso.

In questa versione le tendine con mantovana possono essere sostanzialmente differenziate nei modelli che hanno una propria struttura di sostegno e in quelli che non ce l’hanno.

Il sostegno della mantovana è costituito da una struttura che può essere in legno, multistrato, truciolare, ma anche in metallo o materiale sintetico.

Questa struttura ha (genericamente) forma a C costituita da un lungo frontalino e da due elementi nettamente più corti, perpendicolari al frontalino e posti agli estremi di questo, che ne permettono il fissaggio a parete tramite mensole o tasselli.

Installazione

In questa versione le tende con mantovana possono essere installata molto vicino al soffitto o addirittura fissata a questo. Dev’essere nettamente più larga del vano finestra ed essere abbastanza “profonda” per inglobare l’eventuale cassettone della tapparella o per lasciare spazio al sistema di scorrimento della tenda, sia che si tratti di un binario sia di un bastone.

Alcuni modelli di sostegno per mantovana hanno anche una chiusura superiore che collega le tre parti di cui è costituita, su cui è fissato un binario di scorrimento. Questi modelli permettono quindi, di risolvere con un unico montaggio anche la sospensione della tenda.

La mantovana può rivelarsi molto utile al fine di modificare la percezione delle dimensioni di una finestra o portafinestra e, di conseguenza, anche le proporzioni di un locale.

Effetti visivi

Per ottenere un effetto visivo di allargamento della finestra si colloca una mantovana più larga di questa anche di 15-25 cm per lato. Se il soffitto è piuttosto alto è possibile installare una mantovana alcuni centimetri più in alto della sospensione della tenda, facendo apparire la finestra più alta.

Un ulteriore motivo per pensare a una mantovana è il rinnovo dei tendaggi di casa senza dover necessariamente procedere alla loro sostituzione. Una mantovana con drappeggi, passamanerie, nappe, nastri modifica radicalmente l’aspetto della tenda esistente.

La parte a vista della mantovana con sostegno

In questa versione, sono possibili ulteriori due strade:

  1. con la struttura portante della mantovana a vista
  2. con la struttura rivestita di tessuto.
Mantovane per tende struttura portante

La prima versione, tipicamente adatta ad arredi moderni, offre alla vista una struttura alta alcuni centimetri, dall’interno della quale scende la tenda.

La scelta del materiale e dei tipi di tende, che ne definiscono l’estetica, è estremamente varia: si va dalle versioni lineari, in metallo satinato, a quelle che simulano cornici barocche, dorate o colorate, che si adattano ad ambienti d’epoca.

Struttura rivestita di tessuto

La seconda versione prevede un rivestimento totale del frontalino e delle ali laterali con un drappeggio in tessuto che scende, anche di molto, verso il basso e che nasconde totalmente la struttura di sostegno.

I tessuti che compongono questo rivestimento possono essere i più diversi, ma solitamente sono abbastanza spessi, molto frequentemente dotati di fodera e possono essere lisci, a balze a festoni ecc. in modo da coordinarsi come tipologia, colore e tessuto alle tende sottostanti.

Le fantasie dei tessuti possono essere uguali a quelli delle tende, a contrasto cromatico, abbinato, coordinato con il colore delle pareti o con la tappezzeria.

In generale, le tende con mantovana liscia e di forma rettangolare si adattano bene ai motivi geometrici o a righe, mentre quelle più sagomate, a balze o arricciate, si rivelano più adatte a motivi classici o floreali. In ogni caso, ogni soluzione è possibile in accordo con l’arredo dell’ambiente ed il gusto personale.

tipi di mantovana
differenti tipologie di mantovane

Mantovana tende senza struttura di sostegno

Oggi si stanno sempre più sviluppando sistemi di arricchimento delle finestre denominati anch’essi mantovane, ma radicalmente diversi dalla struttura classica.

Si tratta, in generale, di corte tende montovane che vengono sospese, con bastoni o astine alle finestre, che coprono solo parzialmente il vetro.

Non vengono, in genere, realizzate con i leggeri tessuti che solitamente costituiscono le normali tende, ma da tessuti più spessi e pesanti, variamente elaborati e di forma molto diversificata.

Queste offrono una soluzione rapida e poco costosa in grado di rendere più gradevole la finestra e l’arredo in generale.

A questa tipologia appartengono mantovane di semplicissima installazione come i copricassettoni che hanno la funzione di ingentilire l’aspetto, quasi mai particolarmente gradevole, del cassettone della tapparella.

Il fissaggio di questa tipologia si effettua molto frequentemente con il velcro biadesivo: la parte di velcro con i peduncoli si fissa nella parte alta del cassettone eventualmente stabilizzandolo con qualche chiodino, mentre la parte morbida e “pelosa”del velcro si applica alla mantovana.

Il fissaggio risulta rapidissimo e si ha la possibilità di togliere in un attimo la mantovana per le pulizie o lavaggio.

Mantovana prezzi

Non è possibile indicare un prezzo di riferimento essendo questo dipendente da troppe variabili. In generale si può variare da poche decine di euro a cifre nettamente più elevate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here