Una sopraelevazione in legno altrimenti impossibile è stata portata a termine con un sistema costruttivo basato su elementi prefabbricati

Tra le possibilità degli ampliamenti case previsti dalla legge esiste anche la sopraelevazione in legno: si tratta però di caricare l’edificio di un’ulteriore struttura e non sempre lo stato delle murature portanti e delle fondazioni consente di effettuare questo intervento in sicurezza, a meno di eseguire i dovuti consolidamenti.

Una situazione che interessava anche questa villetta situata nella pianura bresciana, in una zona residenziale nei pressi del centro storico di Verolavecchia, inizialmente su un unico piano. Il committente voleva ampliare con una nuova unità immobiliare sopra quella esistente, ma il terreno sottostante presentava una consistenza bassa e le fondazioni originarie risultavano già sottodimensionate rispetto alla normativa attuale.

Si trattava, pertanto, di costruire una sopraelevazione in legno leggera in grado di non aggravare la situazione strutturale esistente: è stato possibile con la tecnologia X-Lam, basata sulla prefabbricazione di pareti di legno che arrivano in cantiere con tutte le finestrature necessarie già predisposte e vengono assemblate completamente a secco tramite collegamenti metallici; per la copertura è stato utilizzato il sistema Preconnect, anch’esso in legno preassemblato senza getto. Wood Beton

Il progetto di sopraelevazione piano casa

Tutti gli elementi verticali e orizzontali relativi alla nuova struttura vengono definiti in fase progettuale sia dal punto di vista delle dimensioni sia delle relative aperture per i serramenti. I pannelli vengono trasportati e posati in opera con l’ausilio di camion provvisti di gru, fissati tramite piastre e tasselli d’acciaio e si può immediatamente procedere con la stesura degli impianti.

Le pareti

La struttura della sopraelevazione in legno è stata realizzata con pareti perimetrali portanti di legno strutturale X-lam di spessore 147 mm, complete di uno strato isolante esterno di lana minerale spesso 100 mm.

Questo pacchetto garantisce ottime prestazioni dal punto di vista termico, igrometrico, energetico e acustico, oltre a svolgere un ruolo fondamentale nell’ottica di una struttura ecosostenibile per le sopraelevazioni in legno.

In corrispondenza dei pilastri di calcestruzzo armato sottostanti, facenti parte della struttura esistente, sono stati realizzati pilastri lignei che sostengono travi di legno lamellare.

La copertura

Il solaio di copertura è stato realizzato con il sistema Preconnect: una soletta piana costituita da travetti di legno lamellare di spessore 163 e 147 mm, sormontata da un’orditura inclinata di copertura (listoni ad altezza variabile e pannello tecnico superiore).

Sulla parte di copertura che sovrasta i locali abitati è stato inserito uno strato isolante di spessore 120 mm, posizionato sull’estradosso dei pannelli X-lam, previa interposizione di freno vapore. Questo sistema costruttivo a secco permette di ottenere coperture ventilate ed essendo preassemblato garantisce sensibili vantaggi di posa rispetto a un’analoga soluzione completamente realizzata in opera. Le gronde sono costituite da pannelli X-lam di spessore 60 mm.

2 Commenti

  1. BUONGIORNO,SE NEL MIO CASO ABBIAMO UNA STRUTTURA GIA’ REALIZZATA CHE NON ESCE VERIFICATA IN BASE AI CALCOLI,POSSIAMO SOPRAELEVARE LO STESSO CON STRUTTURE IN LEGNO?FACCIO PRESENTE CHE MI TROVO IN CALABRIA.GRADIREI UNA RISPOSTA.GRAZIE

     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here